Scandalo curriculum: già finita l’avventura politica di Oscar Giannino?

Rischia di essere ricordata come un’esperienza record, per la sua brevità, quella politica dell’istrionico giornalista ed economista Oscar Giannino.

Tutto nasce perchè un esponente del suo movimento, Fare per Fermare il declino, Luigi Zingales, economista ed accademico, ha lasciato il partito, dopo aver accusato Giannino di aver millantato nel suo curriculum  alcuni titoli in economia conseguiti nell’Universita (University of Chicago) dove lavora Zingales appunto, master e corsi in realtà mai effettuati.

Giannino ha tentato di giustificarsi, motivando il tutto con una cattiva interpretazione dei giornalisti, avendo lui invece indicato la sua esperienza in tale circostanza come quella di un autodidatta.

Oltre alle idee, ha detto Zingales, un movimento nuovo deve garantire onestà e rigore, se no meglio lasciar stare tutto. Le scuse di Giannino non hanno sortito l’effetto desiderato ed allora per domani è stata convocata la direzione nazionale di Fare per Fermare il declino, e Giannino si dice già pronto a fare un passo indietro se dovesse servire: “Se la mia credibilità totale offusca quella di Fare per Fermare il declino, la mia credibilità totale si separa da Fare per Fermare il declino”. “Zingales è un uomo di grande statura, non voglio fare alcuna illazione su di lui. Ma il nostro voto non si dà turandosi il naso, quindi se le cose stanno così, io me ne vado”.

Una lista elettorale destinata già alla sua morte politica?

Ricerca personalizzata