Scarlett Johansson e le foto nude: Ho diritto alla mia privacy

Sul web impazza quella che ormai viene definito lo  Scarlettjohanssoning, ovvero il  fotografarsi il proprio lato b allo specchio, proprio come ha fatto Scarlett Johansson. 

Stiamo parlando degli ormai famosi e guardatissimi scatti rubati a Scarlett Johansson, scatti privati, presi da hacker professionisti direttamente dal suo telefonino privato, cosi come è capitato a Jessica Alba, Mila Kunis, Justin Timberlake. L’avvocato dell’attrice Johansson si è già messo all’opera per tentare di limitare almeno i danni all’immagine della sua assistita, anche se l’ultima foto di lei in slip bianchi, gira sul web da ore ormai.

Scarlett Johansson però ci tiene a replicare e in un’intervista rilasciata alla CNN attacca chi ingiustamente, ruba le sue foto private dal telefonino, gli hacker che senza scrupoli rubano e mettono on-line pezzetti della sua vita privata.“Anche io ho diritto alla mia privacy. Solo perché sei sotto i riflettori, o perché sei un’attrice e fai film, non significa che non tu non debba avere diritto alla tua privacy.Non importa in che contesto, se la privacy viene assediata, è una cosa ingiusta. Penso sia sbagliato”, ha dichiarato Scarlett Johansson. 

Intanto l’FBI è alla ricerca degli hacker, per scoprire l’identità di chi continua ripetutamente a violare la privacy dei divi di Hollywood, ed evitare che vengano messe on-line altre foto della Jonansson, come è già capitato nonostante le continue dichiarazioni degli avvocati dell’attrice che minacciano dure denunce e grossi risarcimenti ai responsabili di una cosi grave violazione, che va a toccare e a sporcare l’immagine dell’attrice, musa di Dolce&Gabbana.

Ricerca personalizzata