Sei Nazioni 2014: la conferenza stampa

Parte ufficialmente l’avventura azzurra verso il prossimo RBS Sei Nazioni 2014. Oggi, infatti, presso la Sala d’Onore del CONI, l’ItalRugby si è ritrovata per la consueta presentazione del torneo europeo che inizierà sabato primo febbraio, al Millennium Stadium di Cardiff, con il match tra Galles e Italia. Durante la conferenza stampa, condotta da Daniele Piervincenzi, sono intervenuti i massimi esponenti dello sport italiano e della politica territoriale: da Giovanni Malagò, presidente del CONI, ad Alfredo Gavazzi, presidente della Federazione Italiana Rugby, passando per Nicola Zingaretti e Luca Pancalli rispettivamente governatore della Regione Lazio, il primo, assessore allo sport del Comune di Roma, il secondo. Non secondari gli interventi di Federico Zurleni, responsabile marketing Adidas e presentatore ufficiale delle nuove maglie azzurre, e di Marinella Soldi, Amministratore Delegato di Discovery Italia che con Dmax trasmetterà in diretta tutte le partite del Sei Nazioni 2014.

A rompere il ghiaccio è proprio il massimo esponente del CONI Giovanni Malagò, a cui è affidato il saluto e l’introduzione alla conferenza: “Era sacrosanto che fossimo qui per lanciare il Sei Nazioni, grande appuntamento entrato nel cuore di tutti gli italiani. Nessuno come il rugby ha saputo coniugare i valori del sociale, della solidarietà con lo sport. Abbiamo fiducia nella figura del CT Brunel”. La parola passa poi all’altro ospite d’onore, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, che dopo aver rivolto il proprio saluto agli atleti azzurri presenti ha voluto presentare ufficialmente il fondo “Tutto Sport:”Abbiamo creato un fondo chiamato Tutto Sport finalizzato al sostegno di eventi sportivi internazionali nel nostro territorio, vogliamo dare importanza alla messa in sicurezza e alla ristrutturazione degli impianti sportivi“.

All’A.D. di Discovery Italia, Marinella Soldi, è affidato il compito di svelare la squadra di conduttori, commentatori ed opinionisti che sosterranno la nazionale italiana della palla ovale sul canale Dmax: per il primo evento trasmesso in diretta dalla rete il commento delle partite sarà affidato ad Antonio Munari ed Antonio Raimondi, voci storiche del rugby televisivo. Daniele Piervincenzi, invece, condurrà il pre ed il post partita affiancato dall’esperto Paul Griffen, ex mediano di mischia della nazionale azzurra, e dalle incursioni del cuoco rugbista più famoso d’Italia, Gabriele Rubini in arte Chef Rubio. Una squadra che, come ha detto la stessa Soldi, avrà il compito di: “Raccontare il rugby in modo serio e competente, coinvolgente e frizzante“.

Durante la presentazione è intervenuto anche Jacques Brunel. Il CT della nazionale azzurra, ambizioso, ha voluto dare così la carica ai suoi:”Abbiamo tante ambizioni. Prima di tutto c’è quella di fare una squadra in una settimana, poi vogliamo dare un’immagine nuova alla nostra squadra, che deve essere ambiziosa e che deve vincere con grande carattere. Vogliamo vincere in casa con la Scozia, ma anche con l’Inghilterra. Vogliamo fare risultato anche all’estero. Vogliamo lasciare il segno“. A chiudere la conferenza non poteva che essere il Presidente della FIR Alfredo Gavazzi che, dopo aver ringraziato gli sponsor, ha detto:”Vogliamo esaltare il rugby durante questo Sei Nazioni. Il rugby è lo sport della famiglia”.

Gli azzurri chiuderanno il ritiro domani e si ritroveranno domenica 26 gennaio all’impianto sportivo “Giulio Onesti” di Roma per partire alla volta di Cardiff, dove ad attenderli c’è il Galles, nazionale vincitrice delle ultime due edizioni del torneo. Per partire bene servirà un’impresa.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=IYkWDKv13kc[/youtube]

Ricerca personalizzata