Serata di apertura e di chiusura della 29° Edizione del Torino Film Festival

    Il 25 novembre 2011, alle ore 20 in punto, presso la splendida cornice del Teatro Regio, si è aperta ufficialmente la 29° Edizione del Torino Film Festival. Madrina della serata l’attrice Laura Morante, in compagnia del regista Gianni Amelio, qui alla sua terza avventura come direttore di questa importante manifestazione cinematografica. Presenti per l’occasione anche altri illustri personaggi del mondo dello spettacolo come Sergio Castellitto, Penelope Cruz ed Emile Hirsch, rispettivamente regista e attori del film “Venuto al mondo“, girato in questi giorni a Torino, compresi Margaret Mazzantini, autrice del romanzo da cui è tratto il film e gli attori Pietro Castellitto, Adnan Haskovic e Saadet Aksoy.

    Continuando la carrellata degli ospiti invitati all’evento, hanno risposto con piacere all’appello anche Valeria Solarino, Carolina Crescentini, Domenico Starnone, Luciana Litizzetto, Charlotte Rampling, Alina Marazzi, il produttore Lionello Cerri, la sceneggiatrice Doriana Leondeff, il presidente e amministratore delegato uscente di Warner Bros Italia Paolo Ferrari e Barbara Salabé, che presto prenderà il suo posto. Ulteriori gradite partecipazioni del regista giapponese Sion Sono, protagonista della sezione “Rapporto confidenziale“, accompagnato dall’attrice Megumi Kagurazaka, della moglie e del figlio del regista Robert Altman, Kathryn e Stephen e degli attori Keith Carradine e Michael Murphy per la retrospettiva a lui dedicata.

    La 29° Edizione del Torino Film Festival ha poi avuto inizio con l’anteprima italiana di “Moneyball – L’arte di vincere“, film di Bennett Miller, regista newyorkese di “Truman Capote – A sangue freddo” (2005), con Brad Pitt, Jonah Hill e Philip Seymour Hoffman. Basato sulla storia vera di Billy Beane, general manager della Oakland Athletics, che nel 2001 grazie al provvidenziale intervento di un certo Peter Brand, neolaureato a Yale e genio della matematica, riuscì a costituire una formidabile squadra di baseball pur disponendo di un budget davvero molto basso, finendo per essere imitato da tutte le altre squadre avversarie. Prodotto dalla Columbia Pictures e distribuito in Italia da Warner Bros., uscirà in lingua italiana per gennaio 2012.

    Per quanto riguarda invece la “doppia” serata di chiusura del Torino Film Festival, il 3 dicembre 2011 sono stati proiettati presso il cinema Reposi, “Albert Nobbs“, film di ambientazione ottocentesca di Rodrigo Garcìa, distribuito in Italia nel 2012 dalla Videa e interpretato dalla bravissima Glenn Close, che racconta la storia di Albert, figlia illegittima di genitori dall’identità sconosciuta, che si finge uomo per poter svolgere la professione di maggiordomo, presso il Morrison’s Hotel di Dublino, e l’anteprima internazionale di Francis Ford Coppola Twixt“, interpretato da Val Kilmer, Bruce Dern ed Elle Fanning, decisamente sottotono rispetto ad altre sue grandiose produzioni. Girato a colori e in bianco e nero, in 3D (peraltro quasi inesistente e non così necessario) e in 2 dimensioni, Twixt racconta la storia di Hall Baltimore, uno scrittore di romanzi horror fallito, che durante un breve soggiorno in una desolata cittadina americana, rimane profondamente colpito dal misterioso e inquietante omicidio di una ragazzina, Virginia. Baltimore dovrà quindi vedersela con i fantasmi del proprio passato, per giungere così alla verità. Distribuito in Italia nel 2012, per conto della Movies Inspired.

    Ricerca personalizzata