Serie A di basket: Primi big match, Milano sfida Varese

Dopo il meritato spazio dedicato alle Coppe Europee di basket, torniamo a parlare del nostro amato campionato. La Serie A di basket presenta subito due big match, ma sono tante le sfide ricche di significato e possibili sorprese.

Domenica alle 18e15 prenderà il via la seconda giornata, ma i veri fuochi d’artificio sono previsti per le 20e30 con la sfida dal sapore antico tra Milano e Varese, due squadre con diverse ambizioni, che si presentano all’atteso incontro con stati d’animo perfettamente opposti.

La Cimberio Varese, dopo il successo contro Reggio Emilia ha subito la brusca frenata in Eurocup in quel di Lubiana. Frates ha di che rammaricarsi per il mancato colpaccio contro l’Olijmpia, ma avrà catechizzato i suoi per poter ritrovare subito la concentrazione. L’occasione è ghiotta, e Clark e compagni ne sono perfettamente consapevoli. In casa Armani Jeans invece regna lo scetticismo dopo la doppia sconfitta tra campionato e Eurolega, e il calendario le frappone subito un nuovo ardito cimento.

Coach Banchi è perfettamente consapevole che l’esigente dirigenza Olimpia, dopo i grandi sforzi economici profusi per allestire una super squadra, non accetterà di buon grado un ulteriore passo falso in campionato: le tante assenze non agevolano il compito dell’ex capo allenatore di Siena, ma davanti al proprio pubblico i giocatori di Milano dovranno dimostrare il loro reale valore. Grande attesa per Jerrels: in caso di ennesima prestazione deludente potrà proseguire la sua avventura nella nostra serie A?

L’altra partita di cartello di questa giornata della Serie A di basket vedrà impegnata Cantù nella bolgia del PalaSerradimigni di Sassari. Entrambe le squadre hanno ottenuto un importante successo in Eurocup: Cantù ha dovuto faticare più del previsto e si presenta in terra sarda con grande entusiasmo. Sacripanti dovrà guidare i suoi contro una Dinamo rinfrancata dalla pesante vittoria contro l’Oldenburg di mercoledì. Coach Sacchetti e il capitano del Banco di Sardegna Vanuzzo attendono al varco la compagine brianzola ed in particolare Ragland, che nell’ultima edizione dei playoffs italiani si rivelò inarrestabile nella delicatissima serie che vide opposte le due squadre, tanto da guidare la squadra canturina, allora allenata da Trinchieri, ad un improbabile e sofferta vittoria in gara 7 proprio davanti al caldissimo pubblico sassarese.

Dopo la pioggia di triple subita contro il Galatasaray, Siena è attesa dalla difficile trasferta di Reggio Emilia. Hackett e compagni dovranno mantenere alta la guardia contro una Grissin Bon a caccia della prima vittoria. L’allenatore della Montepaschi, Marco Crespi, non è parso eccessivamente turbato dall’amaro debutto in Eurolega, consapevole del potenziale dei suoi, ma certamente si aspetta un diverso impatto da Green potenziale campione ancora bloccato alla sua prima esperienza fuori dai confini americani. L’intero popolo cestistico emiliano attende invece il decollo di James White, l’uomo-elicottero ex Knicks, che dovrà tener fede al proprio nomignolo: Flight. Ne vedremo delle belle.

Roma, anch’essa reduce dallo sfortunato impegno in Eurocup, ospita la sorprendente Brindisi di coach Bucchi. La squadra della Capitale dovrà immediatamente ritrovare sicurezza per confermare la vittoria della prima giornata contro Montegranaro; Hosley e Goss, trascinatori nei primi due impegni dell’Acea attendono con ansia l’ausilio dei compagni, anche perché l’Enel Brindisi nella vittoria contro Milano del primo turno, ha pienamente dimostrato il valore di un gruppo ben assortito. Un solido roster che fa della forza corale il proprio marchio di fabbrica, con Jerome Dyson punto di forza indiscusso.

Pistoia debutta davanti al proprio pubblico contro Avellino: partita importante e di grande interesse che sarà anticipata dal ritiro commemorativo della maglia numero 7, indossata dall’ex capitano bianco-rosso Matteo Bertolazzi. Il giocatore prematuramente scomparso lo scorso settembre a soli 34 anni, verrà omaggiato dal commosso pubblico toscano e dall’intera dirigenza, legatissima allo sfortunato ragazzo che fu uno dei trascinatori del team toscano nel successo in serie B nella stagione 2006-07.

Chiudono il programma di domenica gli incontri tra Venezia e Montegranaro, entrambe ancora a 0 punti, con Venezia vogliosa di rivincita dopo il brutto passo falso di Caserta; quest’ultima sarà impegnata invece contro la Pesaro di Traini e Musso, giocatori rivelazione della vittoria all’esordio in campionato contro Avellino. In chiusura spazio al duello tra Cremona e Bologna, con la Virtus dei nuovi Hardy e Walsh chiamata a confermarsi dopo lo spettacolare avvio di stagione che ha portato al successo contro Sassari.

[foto: www.solobasket.it ]

Ricerca personalizzata