Serie B, 14° turno: Empoli e Palermo in vetta

Cambio di testimone in vetta: la capolista non è più il Lanciano. Adesso in cima alla classifica del campionato cadetto ci sono le due squadre che erano fin dalla vigilia, favorite per la promozione diretta: l’Empoli e il Palermo.

Dopo il pareggio a reti bianche dell’Euganeo dove Padova e Brescia non sono riuscite a superarsi, in serata il Palermo ha colto la sua terza vittoria esterna consecutiva ai danni della Reggina. La squadra rosanero si è imposta per 2-0 con reti siglate da capitan Barreto e Milanovic.

L’Empoli, nello scontro diretto del “Castellani” ha sconfitto il Lanciano, grazie ai gol di Maccarone e Pucciarelli e Tavano. Dopo questo secco 3-0, la squadra abruzzese scivola così in terza posizione, scavalcata dai toscani e dal Palermo di Iachini.

Il Cesena spreca l’opportunità di avvicinare il terzo posto pareggiando in casa contro il Cittadella. La squadra ospite si porta subito in vantaggio e non bastano i gol dei difensori Volta e Camporese per portare a casa la vittoria. A pochi minuti dalla fine arriva la beffa: è Perez a gelare il “Manuzzi”.
Dopo tre vittorie esterne consecutive, il Crotone cade a Varese. La squadra biancorossa vince per 2-0 grazie ad una doppietta realizzata da Pavoletti, al rientro dopo la squalifica

Nel “lunch match” di giornata, ovvero il derby emiliano tra Modena e Carpi, tante emozioni e tanti gol. La spunta la squadra neopromossa per 3-2. Non è bastato ai gialloblu passare in vantaggio dopo pochi minuti, il Carpi ha reagito portandosi addirittura sull’1-3 e subendo il gol di Babacar su calcio di rigore a tempo ormai quasi scaduto.

Non finisce di stupire il Latina, che agguanta l’undicesimo risultato utile consecutivo e l’ottavo posto battendo al “Francioni” il Bari per effetto del classico gol dell’ex siglato da Ghezzal nel primo tempo.
Al “Franchi” il Siena piega lo Spezia nei minuti finali. Partita molto nervosa nel primo tempo, infatti dopo trentadue minuti le squadre sono già entrambe in dieci per le espulsioni di Baldanzeddu e Pulzetti. L’uno-due decisivo è firmato da Giannetti e Rosina.

Nel match delle incompiute, il Pescara batte la Ternana per 2-1. Al vantaggio iniziale dei padroni di casa siglato da Ragusa, risponde nella ripresa Avenatti, entrato in campo dopo pochi secondi. La partita sembra volgere al pareggio ma allo scadere Maniero fa esplodere l’Adriatico.
In coda, importante vittoria del Trapani sul Novara. I piemontesi si portano avanti per merito di Rubino, ma nella ripresa il solito Mancosu, riporta in parità il match. La gara è decisa nel finale da Basso che regala ai siciliani la vittoria che ormai mancava da due mesi.

Ricerca personalizzata