Serie B: stop Sassuolo, vincono Varese e Samp

    Quando manca ormai pochissimo alla fine, in Serie B si accendono i duelli cruciali che definiranno i verdetti della stagione.

    In attesa della gara tra Pescara e Torino, il Sassuolo non riesce ad agganciare provvisoriamente la vetta. La squadra di Pea si ferma sullo 0-0 a Livorno, risultato che piace maggiormente ai labronici,bisognosi di punti per la salvezza e potrebbe far scivolare gli emiliani al quarto posto in caso di vittoria del Verona sull’Albinoleffe nel posticipo del lunedì.

    La quarantesima giornata si fa però notare per la lotta ai play-off, che coinvolge tre squadre che devono contendersi gli unici due posti rimasti a disposizione.

    In quinta posizione c’è il Varese, quasi sicuro di accedere agli spareggi dopo la roboante vittoria su un Ascoli che parte bene ma si scioglie a partire dal 35′, quando Cacciatore apre le marcature per i lombardi con un colpo di testa ravvicinato. La squadra di Maran raddoppia alla fine del primo tempo con Neto Pereira e dilaga nella ripresa con il gol dello stesso brasiliano ed il rigore del 4-0 firmato Granoche.
    Tiene il passo la Sampdoria, che con grande carattere riesce a svegliarsi da un primo tempo da incubo, come testimoniato dal vantaggio della Juve Stabia firmato da Zito dopo nemmeno 30 secondi. I blucerchiati trovano il pareggio con Munari ma restano sotto di un uomo a causa dell’espulsione di Pellé; tocca quindi al debuttante Icardi (classe 1993) segnare il suo primo gol che vale il 2-1 ed il mantenimento del sesto posto.

    Successo che tiene lontano il Padova, capace di tornare a fare tre punti dopo un mese contro il Gubbio. Il gol di Schiavi apre la partita al 17′, poi Cacia (girata dal limite sull’uscita del portiere) e Cutolo (contropiede micidiale) chiudono la contesa sul 3-0.

    Non mancano nelle emozioni nelle sfide della tranquillità. La più avvincente è quella del Granillo, dove Reggina e Cittadella danno vita ad un botta e risposta infinito: apre Armellino per i padroni di casa, ma Ciancio e Di Carmine ribaltano il risultato in favore dei veneti, prima che la doppietta di Alessio Viola e un altro gol di Di Carmine chiudano il match sul 3-3.
    Il Modena riesce ad avere la meglio sul Grosseto soltanto nei minuti finali, visto che i toscani si erano portati in vantaggio col 19° gol stagionale di Sforzini. Ci pensano Cellini e Di Gennaro a ribaltare la situazione, lasciando gli emiliani all’undicesimo posto solitario.

    Emozioni anche in coda, con il Crotone che ottiene la salvezza matematica battendo la Nocerina per 3-1 (reti di Calil, Ciano e Gabionetta per i calabresi e Di Maio per i campani) e facendo scivolare i Molossi al terzultimo posto. A scavalcarli è il Vicenza, che ottiene un ottimo punto in casa dell’Empoli: è 1-1 con rete del vantaggio veneto firmata da Paolucci e pareggio di Buscè nella ripresa.

    Ricerca personalizzata