Sette nomination per Re Giorgio VI ai Golden Globe 2011

    Il 16 gennaio 2011 si terrà a Beverly Hills la 68esima edizione dei Golden Globe Awards, i riconoscimenti americani assegnati annualmente ai migliori film e programmi televisivi della stagione e, in vista del grande evento, ieri sono state annunciate le nomination.
    Inizia bene l’Italia che con “Io sono l’ Amore”, il film di Luca Guadagnino con Tilda Swinton, Flavio Parenti e Edoardo Gabbriellini ha ottenuto una candidatura per il migliore film straniero. Il film italiano dovra’ vedersela con “Biutiful” che vede protagonista Javier Bardem, con il francese “The Concert”, con il russo “The Edge” e con il danese “In un mondo migliore” di Susanne Bier. Ma a farla da padrone è “The King’s speech”, il film di Tom Hooper su re Giorgio VI, il padre dell’attuale Regina Elisabetta, che ha ottenuto il maggior numero di candidature, sette. Il protagonista fra gli attori è Johnny Depp che ha ottenuto ben due candidature come migliore attore brillante, per “The Tourist”, l’action movie ambientato a Venezia che lo vede protagonista insieme ad Angelina Jolie, e per “Alice in Wonderland”, il film di Tim Burton ispirato alla famosa favola che lo vede nei panni del cappellaio matto. Depp dovrà competere con Paul Giamatti in “La versione di Barney”, Jake Gyllenhaal in “Love and other drugs” e Kevin Spacey in“Casino Jack”. Sei sono state le candidature  del film su Facebook “The Social Network” e di “The Fighter”, pellicola ambientata nel mondo della boxe con Mark Whalberg nel ruolo del pugile irlandese Micky Ward. “Inception”, il film di Chris Nolan che vede Leonardo Di Caprio interpretare un ladro di sogni, e “Black Swan”, in cui Nathalie Portman interpreta una ballerina classica tormentata dal desiderio di perfezione, hanno ottenuto 4 nomination. Questi due fanno parte della lista dei migliori film drammatici.

    Diversamente dagli Academy Awards, i Golden Globes distinguono tra dramma e commedia e qui i cinque film candidati sono: “Alice in Wonderland”, “The kids are all right”, “Red”, “Burlesque” e “The Tourist”. Fra gli attori drammatici i giornalisti dell’HFPA hanno scelto Colin Firth, che in “The King’s Speach” veste i panni del re Giorgio VI. James Franco, straordinario interprete di “127 hours” di Danny Boyle, Ryan Gosling per “Blue Valentine”, Mark Wahlberg protagonista di “The Fighter”, e Jesse Eisenberg, che in “The Social Network” intepreta il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg. Halle Berry per il dramma sullo sdoppiamento di personalita’ “Frankie and Alice”, Nicole Kidman per “Rabbit Hole”, Jennifer Lawrence protagonista di “Winter’s Bone”, Natalie Portman in “Black Swan” e Michelle Williams per “Blue Valentine”, sono le migliori attrici drammatiche. Fra le migliori attrici del genere comedy i giornalisti stranieri a Los Angeles hanno scelto Annette Bening e Julianne Moore protagonsite di “The Kids Are All Right”, Anne Hathaway per il film romantico “Love and Other Drugs”, Angelina Jolie per “The Tourist”, che ha ottenuto in tutto tre nomination, ed Emma Stone per la commedia adolescenziale “Easy A”. Per la tv la serie musicale “Glee”, ha ottenuto 5 candidature compresa quella per la migliore commedia insieme a “30 Rock”, “The Big Bang Theory”, “The Big C”, “Modern Family” e “Nurse Jackie”.

    Ricerca personalizzata