Si addormentano stremati dalla droga: nel mentre il figlioletto muore, così lo gettano via

adam manson e kiana williams

“Abbiamo avvolto il piccolo in un pigiama da donna, poi in una coperta, e alla fine abbiamo riposto il tutto in una busta della spazzatura. La busta l’abbiamo infilata a sua volta in una borsa da viaggio e infine in un trolley. Dopo di che abbiamo buttato il tutto nei bidoni della spazzatura di un negozio”. Questa la scioccante confessione di due genitori statunitensi, che dopo essere finiti sotto accusa per aver ucciso e fatto sparire il cadavere del loro figlioletto di appena 5 mesi, hanno confessato il tutto agli inquirenti.

Protagonisti di questa orribile storia Adam Manson, 34 anni, e Kiana Williams, 32 anni, genitori di un bambino di soli 5 mesi che hanno ucciso e fatto scomparire. I due, dietro loro stessa ammissione, sono da anni “consumatori cronici di metanfetamina e marijuana” e durante la confessione hanno raccontato che il giorno in cui il loro figlio è morto si erano addormentati; erano finiti in un sonno talmente profondo da non ricordarsi neppure più del loro piccoletto e della sua incolumità.

Adam e Kiana erano in un hotel di Los Angeles la notte di Capodanno, ovvero la notte in cui si sono consumati i fatti. “Abbiamo consumato droga e ci siamo addormentati. Al nostro risveglio Jacsun era ancora caldo al tatto ma le sue braccia e le gambe erano flosce, inoltre non respirava e non rispondeva”, hanno raccontato i due, rigettando l’accusa che gli è stata fatta di omicidio volontario.

La donna, in particolare, ha raccontato che quei momenti sono stati per loro a dir poco spaventosi, tant’è che avrebbero fatto di tutto pur di rianimare il bimbo. Il motivo per cui non hanno chiamato i soccorsi, ha spiegato la Williams, era proprio legato al timore di essere incolpati e arrestati per la morte del loro figlioletto. Di conseguenza il loro unico pensiero è stato sbarazzarsi del corpo e gettarlo in un bidone della spazzatura cosicché non potesse essere ritrovato. In ogni caso, resta ancora da capire cosa abbia provocato la morte prematura del bimbo.

Ricerca personalizzata