Si prospetta il “Valzer degli allenatori” per giugno?

    La situazione societaria in casa Roma, potrebbe aprire scenari inattesi sotto il profilo del cosiddetto “toto-allenatore”.

    Ranieri sà di avere l’appoggio incondizionato dell’attuale presidenza. Non è un caso se, nonostante i risultati disastrosi, e le numerose richieste dei tifosi che inneggiavano all’esonero per il mister di Testaccio, l’allenatore ex Juve stia ancora saldamente sulla sua panchina.

    Ma una nuova proprietà gli rinnoverà la fiducia?

    Il sito internet ilsussidiario.net, intervistando l’eminente voce di Mediaset, Nando Sanvito ha aperto ancor di più alla possibilità di un cambio di panchina. Queste le parole del noto giornalista:

    “L’intenzione di Carlo era di lavorare a Londra dentro un progetto triennale, ma il rapporto con Abramovich non è buono. Il patron russo è abbastanza scostante e indecifrabile, direi incontentabile e non ha certo agevolato il lavoro di Ancelotti. L’insofferenza è reciproca e può darsi che il divorzio si anticipi già a fine stagione. Ancor di più se la nuova proprietà della Roma desse garanzie di solidità economica e non dovesse confermare Claudio Ranieri. In quel caso la candidatura di Carlo Ancelotti sarebbe nella natura delle cose e il sogno di Carlo di allenare i giallorossi potrebbe avverarsi prima del previsto”.

    In caso decidesse di far saltare la panchina di Ancelotti, comunque, il facoltoso magnate Abramovich, ha già pronta la soluzione: Pep Guardiola.

    L’allenatore del Barcellona, ha il contratto in scadenza tra otto mesi, e piace tantissimo al Presidente del Chelsea.

    Staremo a vedere cosa accadrà!

    Ricerca personalizzata