Si trova in Canada il primo bancomat di Bitcoin

È entrato in funzione pochi giorni fa il primo bancomat di Bitcoin al mondo, la discussa moneta virtuale detta anche “il nuovo oro digitale”.
Il bancomat di Bitcoin si trova a Vancouver, Canada, in una caffetteria e già dal primo giorno ha riscosso un grande successo.

Dal totalmente virtuale al quasi reale è quindi il passaggio che sta vivendo la moneta digitale, che più volte è stata al centro di dibattiti sulla legittimità e sulla trasparenza dei traffici di compravendita che la vedono coinvolta, un esempio su tutte è il caso di Silk Road, l’Amazon della droga. C’è ancora chi vede i Bitcoin con sospetto poiché mancano regolamentazioni governative, garanzie di stabilità e di tutela per chi decide di utilizzarli, inoltre l’alta volatilità del valore monetario tiene a freno possibili investitori.

Ma è evidente che per chi ha già dimestichezza con questa moneta virtuale l’installazione dell’ATM è un modo in più per scambiare soldi velocemente. Durante il primo giorno in cui il bancomat è entrato in funzione sono state registrate 81 transazioni per un totale di 10 mila dollari scambiati.

Per poter scambiare soldi virtuali con dollari canadesi e viceversa è necessario essere già registrati ed avere quindi un account, per chi non ne fosse in possesso è possibile aprire un conto direttamente dall’ATM e procedere alla transazione attraverso la scansione della mano.

La scelta della città di Vancouver è dipesa dalla legislazione fiscale che in Canada è meno rigida e permette di cambiare fino a un massimo di tremila dollari canadesi al giorno che equivalgono a circa duemila euro.

Ricerca personalizzata