Simone Pepe, un anno dopo. Conte ritrova la “sua” ala destra

Simone Pepe scalpita, non vede l’ora di rientrare e riprendersi quella che, soprattutto nella prima stagione con Conte, era stata anche la “sua” Juventus.
Il forte e sfortunato centrocampista romano manca ormai dai campi da circa un anno, a causa di un brutto infortunio e di una profonda lacerazione che ha intaccato irrimediabilmente il tono muscolare del calciatore.

I ritmi forsennati tipici del gioco imposto da Antonio Conte hanno sconsigliato il rientro anticipato di Simone che, insieme allo staff sanitario, ha deciso di curare con molta attenzione questo grave infortunio, al fine di salvaguardare la sua carriera da professionista.
La sofferenza è stata davvero molta, come testimoniato da Pepe stesso.
Nonostante le cure e la fisioterapia infatti il giocatore non ha quasi mai saltato un giorno di presenza da Vinovo, proprio a sottolineare lo straordinario attaccamento verso la maglia della Juventus.

Ora i giorni di sofferenza sembrano finalmente alle spalle, come ha dichiarato lo stesso giocatore a Tuttojuve: “E’ stato difficile, praticamente è un anno che sto senza giocare, e per chi fa di mestiere il calciatore è molto brutto tutto questo. Il tifoso juventino è veramente stato eccezionale con me. Da 362 giorni manco dal campo, ma a Vinovo son mancato in quest’anno solo per le risonanze alle quali mi son dovuto sottoporre, c’è chi può testimoniare tutto questo.C’è gente mi scrive e mi chiede come sto e quando rientro, questi sono attestati di stima che fanno piacere. Anche la società me ne ha esternati diversi in questo periodo, l’abbraccio di Vidal dopo il gol scudetto al Palermo è stato qualcosa di molto bello. Smettere? Non posso pensarci, la voglia c’è ancora ed è tanta. Il dubbio mi era venuto, non posso negarlo, ma ora che ci sono buone chance di rientro non voglio pensarci. Non posso però sbilanciarmi sui tempi di rientro, ora sto bene e corro, valuteremo giorno per giorno e poi decideremo“.

L’ultimo aggiornamento dall’infermeria bianconera parla di un Simone Pepe pronto al reintegro nel gruppo subito dopo la sosta.
Per Conte e per tutti i tifosi bianconeri, oltre ovviamente al giocatore stesso, sarebbe una notizia bellissima e davvero molto attesa.
Il mister ritroverebbe così uno dei suoi uomini, fondamentale pedina per la variante tattica del 4-3-3, modulo base nella prima stagione del tecnico salentino, conclusa con uno scudetto inaspettato e un Pepe protagonista.[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=rOE-KFXLRPM[/youtube]
Simone è infatti l’unico calciatore in rosa a poter ricoprire il ruolo di esterno alto d’attacco a destra, ma può anche adattarsi a ricoprire qualsiasi posizione nel centrocampo a cinque.

Considerato a tutti gli effetti uno dei leader dello spogliatoio bianconero, come testimoniano le frequenti dimostrazioni di affetto dei compagni, è giunta ora l’ora per Pepinho di tornare ad infiammare i suoi tifosi, che lo hanno sin da subito preso in simpatia, sia per le giocate decisive che per il sorriso sempre stampato sul viso, nonostante la sfortuna che lo ha accompagnato in questo ultimo anno con la maglia della Juventus.

L’augurio di tutti quanti è che Simone Pepe possa di nuovo mostrare la sua esultanza da golfista, sport di cui è un grande appassionato.

Ricerca personalizzata