Siri. Ecco cosa succede a usarla in pubblico

C’è chi chiacchiera più con lei che con la moglie. Chi, addirittura, le avanza proposte di matrimonio. Tutti i possessori di un iPhone hanno parlato, almeno una volta, con Siri, il software Apple basato sul riconoscimento vocale.

L’ultimo spot della Chevrolet ci mostra un risvolto inaspettato. Va bene utilizzare la ricerca conversazionale. Va bene utilizzare un software innovativo. Occhio, però, a come e, soprattutto, con chi, si fa uso di Siri. Perché la tecnologia non è poi sempre così intelligente.

Dopo i continui rimbrotti di Edward Snowden, che ricorda un giorno sì e l’altro pure di quanto possa essere “rischiosa” proprio la tecnologia, arriva la nuova pubblicità della Chevrolet. Nello spot, un uomo guida la sua Chevy Equinox. Al suo fianco, la compagna. Una scena di vita comune, fatta di gelosia e bugie più o meno bianche e, a condire il tutto, una funzionalità tecnologica che può cambiare la vita. Letteralmente.

Questo lo spot pubblicitario.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=-7GVHj4c2iE[/youtube]

È vero: Siri può essere utile. Ma meglio, molto meglio, usare le sue funzionalità quando si è da soli. Non si sa mai.

Ricerca personalizzata