Sochi: Dario Cologna trionfa nello skiathlon

C’è un po’ d’Italia nella 30 chilometri, 15 a tecnica libera più 15 a tecnica classica, delle Olimpiadi di Sochi. La medaglia d’oro è infatti di Dario Cologna, figlio di italiani emigrati in Svizzera. Ma la sua maglia (e la sua medaglia di metallo pregiato) sono svizzere.
Cologna aveva già vinto un oro alle Olimpiadi di Vancouver e potrebbe vincere altre medaglie importanti nelle gare di Sochi.
L’italiano Giorgio Di Centa è stato tra i primi fino all’ultimo giro. Ma è rimasto staccato nei 2,5km finali.

Dario Cologna ha dimostrato di essere tornato in piena forma dopo l’infortunio alla caviglia che ha condizionato la sua stagione, concludendo il percorso di 30 km (15 a tecnica classica e 15 a tecnica libera) con il tempo di 1h8’15”, precedendo lo svedese e campione in carica Marcus Hellner e il norvegese Martin Johnsrud Sundby. Il migliore degli azzurri si è confermato l’eterno Giorgio Di Centa, 12° ed in lotta per le medaglie fino all’attacco finale di Hellner. Francesco De Fabiani conclude al 22° posto, Roland Clara al 30°.

La gara entra nel vivo sull’ultima salita: Hellner attacca scremando il gruppo, nel quale si rialza un Petter Northug che fino a quel momento sembrava il padrone assoluto. Davanti restano in quattro: con lo svedese ci sono Dario Cologna, Maxim Vylegzhanin e Martin Johnsurd Sundby. Sull’ultimo strappo Cologna attacca e guadagna una decina di metri di margine che gli consentono di rintuzzare sul rettilineo conclusivo il ritorno degli avversari e di vincere a braccia alzate.

Per Cologna è una vittoria particolarmente significativa in quanto è la prima dopo il grave infortunio patito in autunno che di fatto lo ha escluso dalla Coppa del Mondo. Già sabato scorso a Dobbiaco aveva dimostrato di essere già in grande forma, giungendo secondo nella 15 km a tecnica classica. Oggi per lui, che è svizzero a tutti gli effetti, arriva la vittoria numero 22 della carriera ed il secondo oro olimpico dopo quello conquistato nella 15 km a tecnica libera a Vancouver. Inoltre Cologna è adesso sia campione olimpico che campione del mondo dello skiathlon, in quanto dodici mesi fa si impose in questo format nella prova iridata della Val di Fiemme.

Medaglia d’argento per Marcus Hellner, che non riesce così a bissare l’oro di Vancouver, ma che si dimostra in grande forma soprattutto in ottica sprint, nella quale sarà un cliente pericolosissimo vista la difficoltà del percorso. Bronzo invece per il leader di Coppa del Mondo Martin Johnsrud Sundby, l’anno scorso argento mondiale nello skiathlon e alla prima medaglia olimpica individuale in carriera. Resta a bocca asciutta la Russia, che con Vylegzhanin quarto Chernousov quinto ingoia un boccone amarissimo.

Il podio

Dario Cologna (Svizzera) 1:08:15.4
Marcus Hellner (Svezia) +0.4
Johnsrud Martin Sunbdy (Norvegia) +1.4

Ricerca personalizzata