Social media manager, la professionalità non è un optional

I social media sono diventati un ottimo canale di marketing e promozione per le aziende, tanto da diventare un vera fonte di reddito, come dimostrato da studi e statistiche. Per assicurare un’efficace utilizzo del mezzo è necessaria una figura che si occupi dei social media in maniera professionale: un Social Media Manager.
Non esistendo ancora corsi di studio adeguati, spesso ci sono persone che si sono improvvisate nel ruolo, ma senza avere i requisiti adatti.

Nelle intenzioni di investimento Facebook rappresenta il canale di scelta per il 92% dei professionisti del campo, Twitter per l’80% e LinkedIn per il 70%, e queste sono le piattaforme più usate, senza contare i blog, scelti dal 58%, YouTube dal Anche YouTube rappresenta un potente mezzo di comunicazione social, ed è sfruttato dal 69% dei social media manager.

Le tattiche e l’impegno precedentemente impiegati nel settore delle comunicazione si sono dovuti evolvere assecondando le nuove leggi della vendita e l’88% dei marketer vuole sapere quali tattiche social siano più efficaci per coinvolgere il loro pubblico attraverso i social media. Si conosce quindi la potenzialità, ma bisogna imparare a sfruttarle adeguatamente impiegando appunto personale con competenze adeguate a rispendere alle esigenze delle aziende, e magari anche dei singoli, nell’arte di farsi notare sul mercato web.

L’86% di chi si occupa di marketing afferma che l’utilizzo dei social media è necessario per i nuovi business, oggi esistono numerosi corsi che in pochi giorni cercano di formare chi è già in possesso di titoli di laurea. Bisogna sempre valutare caso per caso se l’offerta formativa in questione sia adatta a trasferire reali competenze, piuttosto che a ingannare le persone.

Oggi tra le nuove startup del panorama nostrano c’è ne è una che si vuole imporre proprio in questo settore, parliamo della Alium S.r.l., una società di recente formazione. La società che è appunto nata nel 2012 ad opera di un ingegnere che in controtendenza è tornato a lavorare in Italia dopo la sua permanenza negli Stati Uniti.
Attraverso una piattaforma, chiamata Exentriq, una tecnologia avanzata che con le sue potenzialità di comunicazione, combinate con l’esperienza di chi ci lavora, vuole appunto occuparsi del proprio cliente sull’interfaccia web.

Attraverso questo “trampolino” si potrà, definire la propria strategia di marketing, accrescere la propria presenza, controllare le comunicazioni in entrata e uscita, monitorare la propria reputazione, promuovere eventi e quant’altro ottimizzando e automatizzando tutti i processi attraverso un’unica schermata del proprio pc e analizzando anche su larga scala i dati che si ottengono.

Il cliente che utilizza Exentriq può quindi amministrare personalmente tutti i contenuti dei social media con un unico gesto, creare ed inviare buoni sconto ai propri avventori, promuovere eventi e campagne, il tutto con il supporto dell’azienda che mette a disposizione a prezzi concorrenziali i suoi collaboratori: fotografi professionisti, video maker, esperti in marketing, web developer, che si occuperanno di creare o migliorare l’immagine aziendale sul web.
È il momento che questa professione abbia qualche regola in più e non si affidi solo all’improvvisazione, ma investa su persone che sappiano occuparsi di questo business in espansione.

[Fonte: Skande]

Ricerca personalizzata