I social media rivoluzionano l’idea di bellezza

Il concetto di bellezza, dall’arte alla moda, è da sempre stato oggetto di molte discussioni. Quando i social media non avevano il potere di cui oggi dispongono, i canoni del bello erano dettati dalle riviste, di moda e non, e dalla televisione. Erano dei canoni precisi, studiati e venduti come fossero un pacchetto da acquistare per essere giudicati “obbiettivamente belli”.

Le grandi riviste di moda dettavano legge su quella che doveva essere considerata la bellezza, ed i primi programmi di intrattenimento televisivo davano, a loro volta, un’idea della donna “in”. Con il passare degli anni, i social media hanno guadagnato la credibilità e la fiducia dei loro utenti screditando, o comunque facendo passare in secondo piano, le pagine dei magazine più popolari e delle riviste glamour.

Il social ha, in qualche modo, restituito alle donne il potere di imporre la propria idea di bellezza e di deciderla in maniera assolutamente autonoma.
Lo conferma uno studio condotto da Dove, marchio del colosso Unilever, che ha coinvolto circa 1000 donne. Da quest’ultimo è emerso che l’82% delle donne crede che, al giorno d’oggi, siano i social media ad indicare quale’è la visione che tutti noi abbiamo della bellezza.

Piattaforme come Instagram, Facebook e Twitter rivelano una nuova era del bello e rendono chiaro come oggi siano le donne stesse, attraverso autoscatti (comunemente definiti selfie) e semplici foto, ad imporre la propria visione della bellezza, lasciando agli altri il proprio giudizio e sopratutto il proprio spazio per poter affermare la propria idea. Nell’era digitale, le donne appaiono più sicure di sè, consapevoli di poter controllare e gestire, come meglio credono, la propria visione della bellezza e quindi dell’essere donna.

Lo ha affermato anche Jess Weiner, ambasciatrice di Dove’s global self esteem: “Stiamo osservando come le donne stiano assumendo maggior controllo sulla loro definizione di bellezza oggi molto più di prima”.

Non si permette più a nessuno, al di fuori di sè stesse, di stabilire cosa è bello e cosa non lo è.
I social media hanno permesso ai singoli individui di abbattere le barriere stabilite da canoni precisi, hanno dato la possibilità di esprimere il proprio punto di vista, la propria visione dell’estetica. Basta pensare alle innumerevoli fashion blogger che hanno fatto della propria immagine su internet e sui vari social media il proprio lavoro, diventando veri e propri “guru” della moda.

Al giorno d’oggi non sono solo modelle famose, le dive dello spettacolo, la televisione e i giornali a giudicare ed imporre l’idea di bellezza. Attraverso la rete, ogni donna può diventare una vera e propria “icona del beauty“, della bellezza semplice, alla portata di tutti, quella che mostra la visone che ognuno ha di sè stesso e del proprio “essere donna”.

Ricerca personalizzata