Solo piccola multa per la donna che gettò la gatta nel cassonetto

    Poco meno di 285 euro (250 sterline). Se l’è cavata così la donna che gettò la povera Lola in un bidone dell’immondizia lo scorso 21 agosto in quel di Coventry, in Inghilterra. Mary Bale, questo il nome della donna che mercoledì è stata giudicata di fronte al tribunale locale: non si capisce cosa abbia spinto questa tranquilla signora di mezza età (cui è stato comminato anche il divieto a tenere animali per i prossimi 5 anni) a prendere una micia che passeggiava per strada e a gettarla in un cassonetto.

    Per chi non lo ricordasse, Lola rimase intrappolata al buio per 15 ore, prima di essere liberata dai legittimi proprietari Stephanie e Darryl Andrews-Mann, ma il video che ne immortalava il crudele imprigionamento venne ripreso dalle telecamere di sicurezza all’esterno della casa della coppia e subito postato su Youtube.

    La 45enne impiegata in banca fu immediatamente riconosciuta e da tutto il mondo le sono giunte minacce, telefonate anonime, gruppi Facebook contro di lei sono spuntati come funghi. La donna, a detta dei conoscenti, è sempre stata tranquilla e amante degli animali, a spingerla a questo inspiegabile gesto è stato probabilmente lo stress causato della grave malattia del padre. Passava infatti ogni giorno di lì andando in ospedale a trovarlo, e si fermava ad accarezzare Lola sulla mura di cinta dell’abitazione.

    Chissà cosa le è passato per la testa, di certo la giustizia del tribunale è stata molto, molto più clemente di quella del popolo di internet e degli amanti degli animali nel mondo. Il giudice ha ritenuto infatti che si sia trattato di un gesto impulsivo irrazionale. Voi che ne pensate? Qui sotto il video!

    [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=WVC3bXOWc88[/youtube]

    Ricerca personalizzata