"Sono stata a letto con Beckham, si presenti nudo in tribunale"

    Chissà cosa ne pensa Victoria. Irma Nici ha detto ai quattro venti di aver fatto sesso con Beckham. E di aver addirittura recuperato una seconda ragazza per un triangolo infuocato. Ma per tutta risposta il centrocampista della nazionale inglese, attraverso i suoi avvocati, le ha fatto pervenire una richiesta di mega risarcimento danni: 16 milioni di sterline.

    La procace escort di origini bosniache tuttavia non sembra per nulla intimorita, anzi rilancia. “Beckham si presenti nudo in tribunale”: la donna intende così dimostrare di essere a conoscenza di particolari intimi, molto intimi, sulle proporzioni anatomiche del calciatore.

    Beckham nega risolutamente ogni addebito e i suoi legali sostengono che la escort non abbia nessuna prova, citandola, insieme alla rivista In Touch, per diffamazione, calunnia e inflizione intenzionale di stress emotivo.

    “Sarà meglio che il signor Beckham si prepari ad abbassare i pantaloni in aula, perché i dettagli di cui è a conoscenza Irma proveranno che sta dicendo la verità”  fanno sapere i legali di Nici.

    Dal resto, le dimensioni di Beckham sono diventate negli anni un postulato mitologico per le sue molte fan, complice anche l’intimo di Armani. Tanto da spingere la Iena Elena Di Cioccio, tempo fa, ad una bizzarra incursione milanese per tastare il famigerato “pacco”. La sua conclusione era “Ce l’hai piccolo!”. Sarà questo il particolare scabroso di cui è in possesso la pettoruta Irma?

    Nessuna crepa nel frattempo si intravede nella coppia d’oro del gossip mondiale: Vic e David continuano a farsi fotografare  sorridenti. Beckham sarà davvero immune dall’ondata di scandali che si è abbattuta sul calcio inglese?

    Via | Tgcom

    Ricerca personalizzata