S&P minaccia di declassare il debito USA

    La più grande potenza economica del mondo è stata ieri seriamente avvertita dalla più importante agenzia di rating internazionale, Standard & Poor’s, che ha messo sull’attenti il governo federale USA su un possibile “downgrade” del suo debito, entro due anni, se non verranno apportate misure strutturali di risanamento del forte indebitamento americano.

    Non solo. L’agenzia ha mutato il suo outlook, ossia le considerazioni sul futuro del debito, da stabile a negativo. Nella storia degli Stati Uniti, non era mai successo che S&P avesse minacciato il declassamento agli USA, nè che l’outlook fosse al contempo portato su una valutazione negativa. Entro due anni, quindi, gli USA potrebbero perdere la tripla A, passando a un rating di AA+, cioè scendendo di un gradino.

    Se ciò avvenisse, la più grande potenza economica del pianeta sarebbe un gradino sotto il rating tedesco, finlandese, canadese, australiano, etc. Un’umiliazione però non immotivata, dato che l’Amministrazione di Barack Obama ha condotto le spese federali su livelli insostenibili, con un rapporto tra deficit e pil al 10,8% quest’anno, senza alcuna prospettiva concreta di riduzione dell’indebitamento, come chiedono con vigore i Repubblicani.

    E c’è da scommettere che la bomba esplosa ieri sui mercati internazionali, dopo l’avviso di Standard & Poor’s, avrà ripercussioni sul dibattito politico americano, con l’inasprimento dello scontro tra Casa Bianca e Congresso, dove l’opposizione repubblicana è maggioranza alla Camera. Già ieri si è avuto un assaggio del clima di scontro, con il Presidente Obama che ha commentato la minaccia di declassamento di S&P come “un giudizio politico”.

    Avranno ora il vento in poppa i Repubblicani, nel chiedere risparmi nella spesa pubblica federale, con un’opinione pubblica, che già aveva avvertito Obama alle elezioni di midterm di novembre sulla insofferenza a politiche troppo espansive di spesa.

    Da oggi la strada di Obama fino alle presidenziali del novembre 2012 sarà ancora più in salita.

    Ricerca personalizzata