Stati Uniti, multe pagate sotto forma di cibo da destinare ai poveri

parcheggio

Negli Stati Uniti, pagare i biglietti per il parcheggio potrebbe essere un’occasione per restituire qualcosa ai membri meno abbienti della comunità. Metropoli, città e università di tutto il Paese stanno utilizzando il cibo all’interno di programmi-multe: iniziative che consentono ai residenti di saldare i loro debiti di parcheggio donando prodotti alimentari non deperibili.

Accettare merci in scatola al posto del pagamento dei biglietti per il parcheggio in contanti non è una pratica nuova. A Lexington (Kentucky) questa pratica esiste già dal 2013. Anche nelle metropoli, come Las Vegas, tali programmi hanno avuto successo. Di recente a Muncie, nell’Indiana, il dipartimento di polizia locale ha usato tale pratica come un’opportunità per raccogliere il cibo in scatola degli animali domestici.

Tale modello sociale è diventato più popolare negli ultimi anni e, durante le festività natalizie, sarà molto più semplice aderire ad un programma alimentare.

A Bay Village (Ohio), città situata a circa 15 miglia a ovest di Cleveland, i funzionari sono alla ricerca di cibo non deperibile da fornire al ministero alimentare locale. I singoli oggetti valgono 5 dollari in multe per il parcheggio.

Anche le università hanno abbracciato questa tendenza. Alla University of Colorado Boulder, gli studenti possono donare cinque articoli per farsi annullare le multe per il parcheggio. La Bloomsburg University della Pennsylvania ha già raccolto più di 100 lattine dagli studenti attraverso il proprio programma alimentare.

Molte delle iniziative proseguiranno e si concluderanno prima della settimana di Natale. Sicuramente, a partecipare saranno ancora in tanti, considerando le tante multe per il parcheggio che ogni giorno gli automobilisti ricevono.

Ricerca personalizzata