Steve Jobs, l’addio di un genio appassionato anche di motori

La notizia della morte del visionario, co-fondatore della Apple, Steve Jobs, ha scosso in maniera forte l’opinione pubblica di centinaia di paesi di tutto il mondo, meritandosi la copertina su milioni di giornali.

Steve Jobs, come è noto, fu il co-fondatore dell’ormai famosissimo e vendutissimo marchio “Apple” , proprietario di molti prodotti esclusivi come i vari I-Pod, I-Pad, I-Phone e della omonima marca di computer.

Tutti questi oggetti sopra citati, sono stati nel campo della tecnologia, innovazioni incredibili, che hanno contribuito ad una evoluzione, fino a qualche anno fa, impensabile. L’ I-Pod ha sdoganato, grazie la programma affiliato I-Tunes, la musica digitale, e l’I-Phone ha reso il cellulare, non più un semplice oggetto per effettuare chiamate, bensì una piattaforma utile per molti altri aspetti, soprattutto nel mondo del lavoro.

Steve Jobs non era però soltanto appassionato di tecnologia, aveva infatti un’ altra grande passione, i motori.
In gioventù, come molti ragazzi della sua età, fu affascinato dal mondo delle due ruote, tanto che, come testimonia l’immagine, si comprò una BMW R69 del 1966.

Crescendo poi, Jobs, sviluppò un altro grande amore, questa volta per le auto.
Amava le belle auto, il design e la tecnologia applicata alle macchine, tanto che nel corso della sua vita fu proprietario di Porsche e ultimamente di una Mercedes SL Cabriolet.

Vogliamo concludere con il celebre discorso, tenuto in occasione della consegna delle lauree a Standford, che ha reso celebre l’aforisma, ormai citatissimo, “SIATE AFFAMATI, SIATE FOLLI”, un po la sintesi dell’esistenza di un grande genio come Steve Jobs.

Steve Jobs:

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=MhVNA7A23Xw[/youtube]

Ricerca personalizzata