“Stiamo gelando, salvateci”, treno bloccato per ore nella neve

    Un guasto ai freni ha bloccato ieri sera l’Intercity 615 Bologna-Taranto, rimasto fermo per ore in mezzo ad una bufera di neve. Il treno, carico di passeggeri, è rimasto bloccato alle 14,30 di ieri ed è ripartito solo intorno alle 20, quasi 7 ore più tardi. Il problema ai freni è stato causato dal gelo, che impediva il contatto fra il treno e la linea elettrica. I vagoni erano notevolmente affollati, poiché ieri molti treni sono stati soppressi per le fitte nevicate.

    I passeggeri hanno vissuto ore drammatiche, chiusi nel treno senza riscaldamento nè acqua, con la temperatura in continua diminuzione. «Qui è il delirio, c’è gente seduta per terra da 4 ore. Il treno ha raccolto i pendolari e c’è 4 volte il numero delle persone. Aiuto, salvateci», scriveva uno dei passeggeri su Twitter.

    Solo in serata è arrivato il comunicato delle Ferrovie dello Stato, che informava dell’arrivo di un locomotore diesel sul luogo del guasto, per rendere nuovamente efficente il treno. Questa la spiegazione del guasto da parte di Trenitalia: «L’impossibilità di captare energia dalla linea elettrica a causa della formazione di uno spesso strato di ghiaccio attorno al cavo di alimentazione aerea dovuta alla bassissima temperatura è il motivo del blocco in linea dell’Intercity 615, fermo per sei ore. Il convoglio si è fermato intorno alle 15 a Villaselva sulla linea Bologna-Rimini. Il locomotore di soccorso inviato da Trenitalia non ha potuto raggiungerlo a causa della spessa coltre di neve che si era nel frattempo depositata sui binari».

    I passeggeri sono stati trainati dal locomotore fino alla stazione di Forlì, per poi salire su di un altro convoglio e completare il loro sfortunatissimo viaggio. Molti di loro si preparano a dar battaglia a Trenitalia, ribattezzata per l’occasione “Gelitalia”.

    Ricerca personalizzata