Tagliatelle al ragù di pollo e peperoni

    Buon giorno a tutti!!!

    Stamattina mi sono svegliata nel mezzo di un temporale da brivido! Di uscire non se ne parla proprio, sembra il diluvio universale!E allora dedichiamoci un po’ alla cucina: magari ieri sera avete fatto il pollo e magari vi avanza un peperone e non avete ancora deciso se sbarazzarvene o fargli pagare l’affitto del frigo…e va bene, che ne dite di questa pasta?Ricca e colorata, un po’ di buon sapore e di allegria in questa fredda giornata 🙂

    – Ingredienti per: 6 persone
    – Tempo di cottura: 30 min
    – Tempo di preparazione: 20 min

    Ingredienti:

    • un petto di pollo
    • un peperone rosso
    • un peperone giallo
    • 2 spicchi di aglio
    • una cipolla
    • una scatola di pelati
    • brodo di carne (dado)
    • basilico
    • prezzemolo
    • sale
    • olio extravergine d’oliva

    Preparazione:
    Tagliare il petto di pollo a pezzetti. Metterli a rosolare in olio extra vergine d’oliva, quindi sgocciolarli e conservarli a parte. Aggiungere all’olio di cottura del pollo i peperoni tagliati a listarelle e lasciarli rosolare qualche minuto con l’aglio intero e la cipolla tritata. Eliminare l’aglio e aggiungere i pelati, salare e proseguire la cottura per altri 10 minuti. Rimettere in cottura il pollo tenuto da parte fino a quel momento, bagnare con poco brodo di carne (dado sciolto in acqua calda). Portare a termine la cottura del ragù, cospargere di basilico e prezzemolo tritati e condire le tagliatelle.

    Cosa significa togliete l’anima all’aglio?

    Tagliando lo spicchio a metà si trova una parte nel centro verde e tenera che è facilmente asportabile. Si consiglia di toglierla e buttarla in quanto rende l’aglio indigesto.

    Il consiglio per eleminare l’odore dopo che avete adoperato aglio o cipolla:

    lavate le mani con sapone di marsiglia a cui avrai aggiunto un cucchiaino di caffè in polvere.

    Alternativa: vedi SBUCCIA-AGLIO

    GLI UTENSILI PER QUESTA RICETTA:

    SCHIACCIA-AGLIO o SPREMI-AGLIO:
    E’ un attrezzo che permette di sminuzzare la polpa. Introducendo nell’apposita fessura uno spicchio di aglio con tutta la buccia e schiacciando i due manici per riavvicinarli la polpa fuoriuscie dai fori dello schiaccia-aglio ridotta in purea mentre la buccia rimane all’interno.

    SBUCCIA-AGLIO
    Ideale per chi non sopporta l’odore dell’aglio sulle mani. Ne esistono di diversi materiali, anche in silicone. Semplice da usare: basta inserire lo spicchio e rullare avanti e indietro facendo pressione con la mano.

    PERCHè MANGIARE L’AGLIO?

    Ricco di potassio è utile per prevenire raffreddore e influenza o anche la bronchite, foruncoli, i tumori e malattie cutanee, antitrombotico e i problemi cardiovascolari. Inoltre tagliato crudo finemente sui cibi come sughi, carne ed insalate è un ottimo coadiuvante per la cura dell’ipercolesterolemia; bronchiti catarrali.

    Il consumo di aglio dà un generale senso di benessere all’organismo per la sua azione anti batterica quindi antiinfettiva. Essendo anche un ottimo stimolante digestivo e diuretico
    viene anche utilizzato in forma di infuso (dai 5 ai 10 g in un litro di acqua) mentre per un’azione antisettica dai 10-15 g in decotto.

    CUCINA & DETTI POPOLARI:

    In Liguria:
    Cäo costa l’aggio.

    Caro costa l’aglio. Ossia: si deve pagare a caro prezzo un errore.

    Nel napoletano:

    Agli e fravagli fattura che non quagli. Corna e bicorne capa ‘alice e capa d’aglio

    Si consigliava infatti di tenerlo addosso la notte che precede il 24 giugno (San Giovanni) insieme ad altre erbe per proteggersi dalle streghe che in quella data, secondo la tradizione, celebrerebbero il grande sabba annuale che coincide con il solstizio d’estate.

    Ricerca personalizzata