Taylor Smith, 12 anni, e la lettera al futuro che non potrà mai vivere

Taylor Smith, una ragazzina del Tennessee di 12 anni, è morta pochi mesi dopo aver scritto una lettera, che avrebbe dovuto aprire solo dopo aver compiuto i 22 anni, esattamente dopo 10 anni. I suoi genitori, il giorno dopo il funerale della figlioletta, hanno trovato lo scritto mettendo in ordine le sue cose ed hanno deciso di condividerlo su Facebook, dove la lettera è diventato un vero e proprio fenomeno di condivisioni.

La lettera di Taylor racconta in poche parole la sua personalità vivace e curiosa, sempre piena di domande e sogni. “Era così intelligente e super divertente, piena di vita. Aveva la saggezza di un’adulta e la fede di una bimba. Le piaceva fare le cose stravaganti e le piaceva fare cose significative, ha sempre creato roba ed il fatto che abbia scritto questa lettera non è stata una sorpresa”, ha detto il papà Tim Smith, raccontando il dolore per la perdita improvvisa della figlia. La famiglia ha dovuto affrontare lo shock per la morte inaspettata di Taylor, causata dalle complicazioni dovute ad una polmonite, che inizialmente credevano tutti fosse la solita influenza.

12-year-old-girl-letter-future-self-1

Per Taylor Smith. Da aprire il 13 aprile 2023″. È questa la frase che i genitori della piccola Taylor hanno trovato sulla busta della lettera, infilata nel cassetto della cameretta, tra le cose più preziose. La bambina del Tennessee aveva preso carta e penna, pochi mesi prima, e aveva scritto questa lettera, indirizzata a se stessa, che purtroppo non leggerà mai. Nella missiva si interrogava sulla sua vita e sulle cose che era riuscita a fare in questi 10 anni passati. Ecco alcuni pezzi della commovente lettera di Taylor:

2D11222477-facebook-taylor-letter-long.blocks_desktop_medium

Cara Taylor, come va la vita? Oggi la mia vita è semplice (10 anni nel passato), so che sono in ritardo per te, ma mentre scrivo sono in anticipo: quindi congratulazioni per aver passato la maturità! Se invece non ce l’hai fatta, non mollare, continua a provarci.”
“Hai pregato di recente? Hai letto la Bibbia, hai servito il Signore? Se non lo hai fatto, muoviti e fallo ora! Non mi importa in quale punto nella nostra vita ci troviamo in questo momento, fallo!”
“Cosa hai deciso di fare al college? Se sei al college in cosa ti stai laureando? In questo momento vorrei che tu fossi diventata un avvocato. Hai viaggiato all’estero in questi anni? Come è andata a finire quella serie televisiva che amavi tanto, Dottor Who?”
“Ricordati, sono passati 10 anni da quando ti ho scritto, un sacco di cose sono successe, brutte e belle. La vita funziona così e dobbiamo accettarlo.”
Cordiali saluti, Taylor Smith

Per gli americani, che hanno letto la toccante lettera, Taylor è diventata un’eroina. Anche la sua chiesa di Osanna Fellowship sta raccogliendo donazioni per creare un fondo in sua memoria. I suoi genitori ed il fratello maggiore hanno conservato la lettera come un testamento, «Un ricordo prezioso – hanno detto in lacrime – qualcosa di lei ci resta ora che è con Dio».

Ricerca personalizzata