Tecnologia? Sì, ma usiamo anche la testa: Navigatore GPS indica la strada sbagliata

    Quanti di noi non riescono più a fare a meno della tecnologia? La risposta è fin troppo semplice. La maggior parte delle persone oramai, chi più chi meno, non può assolutamente rinunciarvi. Che sia il cellulare, un lettore mp3, un computer o qualsiasi altra cosa come ad esempio un navigatore satellitare. E quanti di noi si fidano troppo e si arrabbiano poi di conseguenza con tutta questa tecnologia che oramai ci circonda? Non sto dicendo una novità.

    Proprio a riguardo dell’ultimo oggetto menzionato ci sarebbero infinite storie da raccontare. Un navigatore satellitare offre un senso di sicurezza a qualsiasi automobilista, ma dà sempre la soluzione giusta? In tanti si sono “persi” seguendo le sue istruzioni. Sarà per le mappe non aggiornate o per altro, ma il risultato è stato questo. A qualcuno è andata bene poi, ma ad altri molto meno.

    Come un 37enne svizzero di nome Robert Ziegler, colpevole come altri di essersi appunto fidato troppo del suo “compagno di viaggio”.

    Il navigatore GPS in questione gli indicava una strada che lui ha seguito alla lettera (fin troppo): è arrivato infatti, con il suo furgone, in una stradina di montagna sempre più stretta fino a rimanere incastrato, tanto da non poter neanche più tornare indietro.

    Per liberarlo ci sono voluti i soccorsi con un elicottero che ha preso di peso il furgoncino e l’ha tratto in salvo.

    Continuiamo quindi ad amare ed utilizzare la tecnologia ma non spegniamo mai la testa, potrebbe essere pericoloso.

    Ricerca personalizzata