Tekken 6

    DBZBurst_PS3_Inlay_FR.indd

    Un nuovo colpo di scena avviene nella storia di Tekken: il capitano della Tekken Force, Lars, tradisce Jin Kazama e crea un’unità ribelle. Lars organizza un’incursione in un laboratorio segreto di ricerca. Lì troverà Alisa Boskonovitch, o meglio un robot che ha la sua forma. Al laboratorio vi sarà un’esplosione che farà perdere a Lars la memoria. Il capitano cercherà di ricostruirla con l’aiuto di Alisa. Intanto Jin indaga sul ritrovamento di alcune rovine in Egitto e soprattutto su una strana figura per nulla confortante di nome Azazel.
    In questa versione è possibile procedere sia con la modalita duello che con la modalità campagna. Dal punto di vista grafico non c’è nulla da dire: ottime definizioni, eccellente profondità 3d. Unica pecca è la visuale nella modalità campagna che risulta molto limitata.
    Gli scenari sono numerosissimi e molto particolari. Alcuni rispecchiano un realismo davvero impressionante (ad esempio, in uno di essi, con un colpo violento si può distruggere il pavimento e finire al piano di sotto).
    Il sonoro e la colonna sonora sono molto definiti e coinvolgenti. Il doppiaggio è in inglese e giapponese, a seconda delle nazionalità dei personaggi (sono ben 40 già dall’inizio) e la traduzione dei testi in italiano è ben fatta.
    Le combinazioni combo disponibili sono così tante che è impossibile contarle.
    Non c’è dubbio che questo sesto capitolo non ha deluso le aspettative e può essere definito “capolavoro” come i suoi precedenti.

    Ricerca personalizzata