The Hunger Games si conferma campione di incassi in Usa

Di The Hunger Games ne abbiamo parlato solo pochi giorni fa, a proposito del record di incassi che si avviava a registrare nel suo primo weekend di programmazione. Stando ai numeri delle prevendite online, i più ottimisti si aspettavano un incasso che si aggirasse intorno ai 130 milioni di dollari. Dopo i primi tre giorni di permanenza in 4137 sale americane invece , il thriller fantascientifico diretto da Gary Ross, ha superato ogni più rosea  aspettativa.

Solo negli Stati Uniti infatti, The Hunger Games ha incassato 155 milioni di dollari che sommati ai biglietti staccati nelle 43 nazioni in cui è uscito (eccetto l’Italia dove arriverà il 1 maggio), di fatto diventano 215 milioni. Cifre davvero impressionanti che hanno consentito al nuovo fenomeno cinematografico globale dopo Harry Potter e Twilight di abbattere diversi record.

Il primo, e anche il più importante, è il conquistato terzo posto nella classifica dei film col miglior incasso nel weekend d’apertura dietro a due grandi successi come Harry Potter e i doni della morte Parte 2 (169,2 milioni di dollari) e a Il cavaliere oscuro (158,4 milioni di dollari). Ma non è finita qui. Perché The Hunger Games è anche il primo film non-sequel ad aver realizzato il miglior risultato di botteghino all’esordio come pure il più alto incasso di sempre tra tutti i film usciti il mese di marzo.  E ancora, con i suoi 155 milioni di dollari raggranellati sul solo suolo americano, è anche il film che ha incassato di più al di fuori della stagione estiva.

A beneficiare di questo grande successo planetario sarà sicuramente la giovane protagonista di questa versione cinematografica della saga letteraria di Suzanne Collins, che ha venduto finora 26 milioni di libri. In una recente intervista rilasciata al settimanale Io Donna, la 21enne Jennifer Lawrence si è detta terrorizzata dalla accresciuta notorietà che con ogni probabilità avrebbe seguito la release del suo ultimo film. “Ci penso ormai da dieci mesi. – ha detto l’attrice – Ma poi come si fa a sentirsi pronti per qualcosa che non conosciamo?”. Beh, quel momento sembra arrivato.

Ricerca personalizzata