Thriller 2014, ecco i più attesi

Se è vero che il thriller è in crisi, è altrettanto vero che negli ultimi tempi il genere sta dando segnali di ripresa. Lo ha fatto nel 2013, e non solo col campione indiscusso, Prisoners. Oltre al film di Denis Villeneuve (da non sottovalutare agli Oscar) nell’anno appena trascorso si sono segnalati anche Effetti Collaterali (Soderbergh), Il cacciatore di donne, Blood, La notte del giudizio e Stoker (Park Chan-wook).

Vedremo dunque se il 2014 fornirà nuova linfa vitale ad un nobile genere, troppo spesso snobbato: partiremo con l’ultima fatica di Ridley Scott, The Counselor – Il procuratore, dal cast stellare ma già bocciato in patria e avremo nuovamente modo di apprezzare il binomio Denzel Washington – Antoine Fuqua in The Equalizer. Ma non solo: ci saranno anche il nuovo atteso thriller di David Fincher (Gone Girl) con Ben Affleck e il ritorno di Jack Ryan (il personaggio creato da Tom Clancy) nel nuovo lavoro di Kenneth Branagh.

Ecco dunque i principali thriller che usciranno entro il 2014.

THE COUNSELOR – IL PROCURATORE


di Ridley Scott – 30 gennaio

Thriller 2014, ecco i più attesi

Ridley Scott, dopo il mezzo passo falso di Prometheus, torna in pista a 76 anni suonati con un’opera basata sulla sceneggiatura originale di Cormac McCarthy (qui anche in veste di produttore). Il cast è da urlo (Fassbender, Pitt, Bardem, Cameron Diaz, Penelope Cruz), il giudizio della critica americana molto meno. A fine mese potremo giudicarlo anche noi.

GONE GIRL


di David Fincher – 3 ottobre (USA)

Lo specialista David Fincher (Seven, Zodiac) torna alle origini, trasponendo l’omonimo romanzo di Gillian Flynn del 2012 (L’amore bugiardo, edito in Italia da Rizzoli). Gone Girl, partendo dalla misteriosa sparizione di Amy (Rosamund Pike) e i sospetti incentrati sul marito Nick (Ben Affleck), mostra il lato oscuro del matrimonio.

THE EQUALIZER


di Antoine Fuqua

Basato sull’omonima serie tv anni ’80 con Edward Woodward (da noi era Un giustiziere a New York), The Equalizer segna il ritorno dell’accoppiata Antoine Fuqua – Denzel Washington, tredici anni dopo il successo di Training Day e l’Oscar per l’attore statunitense. Nel ruolo di Robert McCall, Washington sarà affiancato dalla sedicenne Chloe Grace Moretz, salita alla ribalta con Kick-Ass e che presto vedremo anche nel remake di Carrie – Lo sguardo di Satana.

GRAND PIANO


di Eugenio Mira

Diretto dal compositore e regista spagnolo Eugenio Mira, e interpretato da Elijah Wood e John Cusack, Grand Piano racconta la situazione estrema di Tom Selznick, pianista che torna ad esibirsi cinque anni dopo un clamoroso flop nell’esecuzione di un brano composto tempo prima dal suo mentore. Selznick, proprio durante il concerto si accorgerà di essere sotto tiro: nel teatro è presente un cecchino pronto ad ucciderlo al primo errore nell’esecuzione.
Presentato allo scorso Torino Film Festival, la pellicola di Mira è anche un omaggio al classico di Hitchcok, Paura in palcoscenico.

JACK RYAN – L’INIZIAZIONE


di Kenneth Branagh – 20 marzo

Jack Ryan, il personaggio concepito da Tom Clancy (scomparso lo scorso ottobre) ritorna sul grande schermo, e la firma è d’autore: Kenneth Branagh, il regista di Hamlet e del primo Thor. Stavolta la base è una sceneggiatura originale (e non una trasposizione dei romanzi di Clancy): L’iniziazione si rifà al cinema spionistico a stelle e strisce della serie Caccia a ottobre rosso e vedrà nei panni di Ryan Chris Pine (Star Trek: Into Darkness).

BLOOD TIES


di Guillaume Canet

Una coproduzione franco-statunitense per il remake hoolywoodiano del transalpino Les liens du sang, che vedeva tra gli interpreti proprio Guillaume Canet. La storia è quella dei fratelli Chris e Frank Pierzynski (Clive Owen e Billy Crudup), l’uno criminale, l’altro poliziotto. Inevitabili i risvolti drammatici.

A MAGNIFICENT DEATH FROM A SHATTERED HAND


di Thomas Jane

L’accoppiata spettacolare Nick Nolte – Jeremy Irons per il thriller/western di Thomas Jane (The Punisher), qui anche come interprete. Annunciato già nel 2012, il film di Jane racconta l’epopea di Jonas Barnes, ingiustamente accusato di omicidio e costretto alla fuga per il selvaggio west.

INHERENT VICE


di Paul Thomas Anderson

Paul Thomas Anderson, Thomas Pynchon, Joaquin Phoenix: basterebbero questi tre nomi a legittimare l’attesa per il nuovo noir (ancora in cantiere, come mostra la foto dal set) del regista di Magnolia e Il petroliere. Ambientato a Los Angeles e basato sul romanzo del 2011 di Pynchon, Vizio di forma, Inherent vice vede Phoenix nel ruolo del detective privato Larry Doc Sportiello, coinvolto in un’allucinante sequela di complotti, nel tipico stile del criptico autore statunitense. Si tratta della prima trasposizione ufficiale di un romanzo di Thomas Pynchon.

BEFORE I GO TO SLEEP


di Rowan Joffe

Figlio d’arte (di Roland, autore di Urla del silenzio, Mission), Rowan Joffe prova a diventare grande, e dopo l’esordio passato sottotraccia con Brighton Rock (2010), ci riprova con un thriller basato sull’omonimo romanzo del 2011 di S.J. Watson. La trama sembra già vista (una donna affetta da amnesia che ogni giorno dimentica chi essa sia) ma il cast è di gran classe, con Nicole Kidman affiancata da Colin Firth e Mark Strong. Già solo per questo Before I go to sleep merita un’occhiata.

3 DAYS TO KILL


di McG (Joseph McGinty Nichol) – 21 febbraio (USA)

Chiudiamo col grande ritorno di Kevin Costner. Diretto da McG (Una spia non basta, Terminator Salvation) 3 days to kill vede il redivivo Kevin nei panni di Ethan Runner, un agente segreto in punto di morte che, in cambio di una droga sperimentale che potrebbe salvargli la vita, accetta un ultimo pericoloso incarico.
Nella sceneggiatura del film c’è anche lo zampino di Luc Besson.

Altri thriller attesi entro il 2014:

No good deed, di Sam Miller, con Idris Elba
Night Moves, di Kelly Reichardt, con Jesse Eisenberg
Repentance, di Philippe Caland, con Forest Whitaker
Eliza Graves, di Brad Anderson, con Kate Beckinsale, Jim Sturgess e Michael Caine
Kidnapping Freddy Heineken, di Daniel Alfredson, con Jim Sturgess ed Anthony Hopkins
Most wanted man, di Anton Corbijn, con Philip Seymour Hoffman e Robin Wright

Ricerca personalizzata