Ti lascio, ma rimaniamo amici

Johnny Depp e Amber Heard invitano Vanessa Paradis al loro matrimonio. No, non si tratta della trama di un nuovo film o la parodia dell’anno, ma della pura e semplice verità. Era considerata la coppia tra le più stabili di Hollywood, ma il bel tenebroso pirata e la sua storica ex si sono separati, pur rimanendo buoni amici.
«Da quando Amber si è fidanzata ufficialmente è stata molto gentile e rispettosa nei confronti della Paradis, e la situazione sembra molto amichevole tra tutti. La rottura è stata reciproca, senza cuori spezzati. Sono rimasti amici. Per ora lei non ha ancora ufficialmente risposto all’invito, ma lo sta valutando», ha rivelato una fonte molto vicina al triangolo amoroso.

Scandalo, finzione o mania di palcoscenico e gossip? No, si tratta solo di normale routine. Che sia in famiglia, nella quotidianità o nel mondo vip, le storie nascono, crescono e volte muoiono, ma non per questo sono destinate a fallire e portare rancore, rabbia, odio e dolore. Ma fin dove possiamo arrivare? Gli ex possono davvero diventare i nuovi “amici per la pelle”?

Belen, Stefano ed Emma. Mauro Icardi, Maxi Lopez e Wanda. Politici, sportivi, intellettuali, attori, lavoratori, persone. Ci sono triangoli amorosi che creano un circolo vizioso dal quale è difficile uscirne senza ferite. Ci sono storie normali che crollano all’improvviso e uccidono quei piccoli e fragili residui di pelle e cuore rimasti ancora intatti, infliggono il colpo mortale, girano più volte la lama affilata nel petto e portano via tutto il sangue ancora in circolo nelle vene. Ci sono relazioni che finiscono e basta. Per abitudine, per noia. Finiscono e poi? Finiscono e chissà.

“Rimaniamo amici, ti va?” C’è chi annuisce in silenzio, perché non ha la forza di dir nulla. Chi “rimaniamo amici” e mi tolgo il pensiero: un’uscita pulita e tutto rimane tranquillo così. Chi “rimaniamo amici un corno!”. Perché non si può smettere di amare, non si può dimenticare all’improvviso, non si può far finta sempre di nulla, chiudere gli occhi, respirare profondamente e continuare a camminare con gli stessi ricordi, la stessa routine. Non si può tagliare quel filo che unisce due persone, ma continuare a tenere la presa con la punta delle dita.

Bisogna dare un taglio. Porre una fine. Mettere un punto. Dire basta.
“Rimaniamo amici un corno!”

Ricerca personalizzata