Appare sempre più sbiadita l’immagine del campione che per tanti anni ha caratterizzato il personaggio di Tiger Woods, noto golfista definito anche il re nel suo sport per le 281 settimane di primo posto assoluto in classifica.

Purtroppo alla fama legata allo sport se ne unisce una meno gloriosa e fatta di scandali e di momenti non esattamente topici in cui Tiger ha pian piano perso quello smalto che lo rendevano un idolo da imitare.

L’ultimo “incidente” è stato l’arresto per guida in stato di ebbrezza avvenuto di notte vicino la zona abitata di Jupiter. Dopo essere stato condotto alla prigione della contea, il quarantaduenne è stato rilasciato su cauzione. La polizia per il momento non ha rilasciato altre informazioni. Non si sa, quindi, se il golfista fosse o meno sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Il periodo d’oro di Tiger sembra davvero conclusosi, a meno di una ripresa sia fisica che sociale. Dopo l’ultimo intervento alla schiena, subito circa un mese fa, si pensa infatti ad un suo ritorno sul tappeto verde che dovrebbe avvenire entro il prossimo anno. Un evento che in fan attendono con ansia, speranzosi forse di vederli rinascere dalle proprie ceneri. Già negli ultimi tempi però, le sue prestazioni erano apparse in calo, sommandosi agli scandali avvenuti per le tante scappatelle extraconiugali che lo hanno portato al divorzio dalla moglie Elin. Eventi che hanno spinto alcuni sponsor a prendere le distanze.

Tra schiena e problemi familiari non si può certo dire che questo sia un buon periodo per Tiger Woods. Anche la storia con la star dello sport Lindsay Vonn non è infatti riuscita a dargli pace, lasciandolo nell’ombra del ricordo di ciò che è stato che probabilmente, potrebbe non tornare più.

Intanto il golfista avrebbe affermato che il problema è da dare ad un mix di farmaci che stava assumendo e che gli avrebbe dato una reazione inaspettata. Si è così scusato con la famiglia ed i fan dichiarando che cercherà di fare in modo che la cosa non si ripeta.

Fonti: Immagine presa da ansa.it