Tonno Alla Spagnola

Dosi per 4 persone

700 g di tonno fresco
2 dl di olio
1 bicchiere di vino bianco secco
400 g di pomodori pelati (in scatola)
300 g di cipolle
1/2 limone a fette sottili
2 foglie d’alloro spezzettate
2 spicchi d’aglio a fettine
2 cucchiai di prezzemolo tritato finemente
un pizzico di noce moscata sale e pepe

VINI: Soave Classico (Veneto) servito a 10 °C; Verdicchio dei Castelli di Jesi (Marche) servito a 10 °C; Tarragona bianco (Spagna) servito a 10 °C.

ATTREZZATURA: una larga pirofila, munita di coperchio; un foglio d’alluminio.

PREPARAZIONE

° Pulite e lavate il tonno, tagliatelo in quattro fette il più possibile uguali; eliminate con molta attenzione la pelle e la lisca centrale per non romperne la polpa.
° Tritate finemente le cipolle e distribuitene metà nella pirofila. Sopra le cipolle spargee le foglie d’alloro a pezzetti, l’aglio a fettine e un cucchiaio di prezzemolo tritato. Sul tutto disponete le fette di tonno, una accanto all’altra. Sgocciolate i pelati, spezzettateli con una forchetta e distribuiteli sulla superficie, con alcune fettine di limone. Coprite infine con le cipolle rimaste, condite con sale, pepe macinato al momento e noce moscata.
° Versate su tutto il vino bianco secco e l’olio, incoperchiate il recipiente e lasciate cuocere la preparazione per circa cinque minuti a fiamma piuttosto alta, poi abbassatela e continuate la cottura molto lentamente per circa mezz’ora.
° Togliete il coperchio e, se il fondo di cottura è denso al punto giusto (non deve essere troppo acquoso o troppo abbondante), servite subito nello stesso recipiente, cospargendo la superficie della preparazione col prezzemolo tritato rimasto.

Come tante altre ricette della cucina spagnola, anche questa dovrebbe essere preparata in un tegame, possibilmente di coccio, ma se non l’avete a disposizione andrà bene anche una normale pirofila, o una teglia di ghisa smaltata.

Ricerca personalizzata