Top 16 di Eurolega: Spanoulis domina il primo round

Prima giornata delle top 16 di Eurolega, primi verdetti, un protagonista assoluto: Vasilis Spanoulis, assoluto leader dell’Olympiacos che si impone 95 a 82 sul Fenerbache del maestro Obradovic. Una esibizione straordinaria quella dell’ex, poco rimpianto, di Houston: 28 punti, 5 rimbalzi, 9 assist e 9 falli subiti. Un incubo per la difesa turca costretta ad arrendersi alla squadra campione in carica in Europa.

Solita prestazione convincente ed ennesima vittoria per il Real Madrid dei record. Successo in trasferta contro il Partizan Belgrado: 80 a 64 il finale per la squadra di Laso che manda in doppia cifra i “telepaticiRodriguez e Fernandez, 16 a testa, con Bourousis da 15 e 10 rimbalzi. Per i padroni di casa 17 di Kinsey, 15 di Bogdanovic e doppia-doppia per Lauvergne con 13 punti e altrettanti rimbalzi.

Il Maccabi di David Blatt sbanca Istanbul battendo il Galatasaray 90 a 84. Ottime le prove di alcune vecchie conoscenze del nostro campionato: 24 di Hickman, ex Pesaro, e 14 con 10 rimbalzi per Devin Smith, ex di Avellino e Treviso. Tra le fila turche 19 di Arroyo e 17 di Erceg.

Ettore Messina guida il suo CSKA nel derby russo contro il Kuban. 84 a 77 per la squadra di Mosca, con ben 5 giocatori in doppia cifra: 16 di Teodosic, 15 a testa per Khryapa e Fridzon, 14 per Weems e 11 per l’ex Nba Krstic. Per i padroni di casa del Lokomotiv 13 di Brown e 12 di Maric con 10 rimbalzi.

Altro derby, stavolta spagnolo, quello tra Malaga e Vitoria: in terra di Andalusia vincono i baschi guidati da Scariolo, 93 a 79 il finale, con 20 di Nocioni. L’esperto giocatore argentino, con lunga militanza Nba, dimostra tutta la sua classe e la sua caparbietà: per il Chapu 4/4 da tre e 9 rimbalzi. Per i padroni di casa 22 di Dragic e 17 di Calloway.
Da segnalare inoltre la prima convocazione, senza scendere in campo però, per Peppe Poeta, voluto da Scariolo per aiutare il suo Vitoria.

Una rivincita quella del play azzurro: il caso scoppiato a Bologna, con il giocatore fuori rosa causa mancato accordo contrattuale e relativo ridimensionamento salariale, aveva fatto sparire dai radar uno degli uomini spogliatoio più importanti della Nazionale nell’Europeo in Slovenia. Dopo la rescissione con la Virtus la grande chance, con la possibilità di ritagliarsi uno spazio in una delle migliori squadre di questa edizione delle Top 16 di Eurolega.

Successo per il Barcellona contro l’Efes Istanbul, 84 a 65, con 21 di Navarro tra le fila spagnole; per i turchi 15 di Erden e 12 di Savanovic. Sconfitto in casa lo Zalgiris Kaunas, che cade sotto i colpi dei tedeschi del Bayern Monaco con punteggio finale 66 a 84. La sconfitta di Milano nel match di giovedì contro il Pana non compromette nulla in chiave qualificazione: la prima giornata ha confermato tendenze e risultati facilmente immaginabili dopo la fase a gironi. Il cammino nelle Top 16 di Eurolega sarà lungo e complicato per l’Olimpia che nel prossimo match si troverà davanti il colosso Olympiacos. Con uno Spanoulis così c’è da avere paura.

Ricerca personalizzata