Casa Totti, dopo il calcio una sit com? Parla Ilary Blasi

    Ilary e Totti ormai li chiamiamo per nome, sono i vicini di casa di tutte le famiglie italiane e poi vanno sempre a paio, come Stanlio & Ollio. Tanto che “er pupone” ormai è più seguito in tv che sul campo di calcio, grazie agli spot in cui si diverte a recitare il ruolo di “maritino non proprio geniale”. Insomma gli italiani si sono affezionati e aspettano solo una sit com direttamente da Casa Totti.

    Ilary e Francesco eredi degli indimenticati Sandra e Raimondo, dunque? La signora Totti, intervista dalla rivista A, non sembra escludere l’ipotesi: “Chi può dirlo? Vedremo quando smetterà di giocare. Se ci sarà la proposta decideremo. Potrebbe essere un’idea carina. Perché no?”.

    Vedremo anche cosa ne penserà il buon Totti del servizio fotografico che correda l’intervista, in cui Ilary Blasi si presenta molto meno “casual” del solito… ma davvero bellissima e sensuale, con i capelli un po’ più scuri del solito.

    Tornado agli spot, marito e moglie conquistano per la spontaneità e in effetti i nostri improvvisano con un certo talento: “Per esempio, si ricorda la scatolata che gli ho dato in testa, e lui diceva “oh, però stavolta mi hai fatto male”, in effetti gliela avevo data forte”. Una coppia che piace proprio perché, come dice Ilary, è “normale” e in cui Francesco ha il pregio di correre lontano dallo stereotipo del macho, tanto diffuso soprattutto nel mondo sportivo.

    E interrogata in proposito su sport e omosessualità, Ilary non si fa pregare “Non ci credo che in tutta la serie A, la B e la C non ci siano gay. È un ambiente maschile, allenatori, fisioterapisti, calciatori, massaggiatori, ma dai, non ci prendiamo in giro. Ma il settore è intoccabile, per il popolo il calcio è maschio”. Vuoi vedere che c’ha preso Cecchi Paone?

    Ricerca personalizzata