Totti risponde alle illazioni di un litigio con Ranieri:”Abbiamo lo stesso DNA”

    Nella Capitale proseguono le voci di uno scontro tra Ranieri e Francesco Totti. Che la sconfitta di mercoledì contro il Bayern avrebbe avuto ripercussioni, si sapeva. Ciò che non era ipotizzabile, era la possibilità che il rapporto tra il tecnico ed il Capitano si sarebbe potuto incrinare.

    Sembrava essere successo, viste le parole dopo la sostituzione di Francesco Totti, riprese dalle telecamere “Sto testa de…”, e le parole del post-partita, in cui si diceva rammaricato di come il Mister li aveva fatti scendere in campo, con un atteggiamento troppo arrendevole.

    Il Capitano, però, ha voluto unire tutti in un momento davvero difficile della storia giallorossa. E lo fa con delle bellissime parole sul suo sito:

    Questo messaggio è indirizzato a tutti i tifosi della Roma, quelli veri che come me e il mister amano la maglia giallorossa incondizionatamente. Negli ultimi giorni si è parlato molto e scritto di tutto. A questo punto, per evitare ulteriori interpretazioni devianti rispetto a quella che è la realtà, credo sia doverosa una precisazione relativamente a tutto ciò che è stato scritto: ero con alcuni tifosi per delle foto lontano dalla zona riservata alla stampa e in quel momento ho semplicemente risposto ad un’affermazione sull’incontro, in modo tipicamente romano, che come i romani sanno è espressivo e colorito. Inoltre chi mi conosce sa bene che quando perdo le partite sono il primo ad essere dispiaciuto, prima come tifoso e poi calciatore. Vorrei vedere la mia squadra giocare sempre a viso aperto contro tutti per onorare il nome e la grandezza di questa città che rappresentiamo. Il dialogo di un calciatore con il proprio allenatore è quotidianità e ancor più se sei il capitano della squadra. Questo sempre, indipendentemente dagli andamenti e dai risultati. E’ una comunicazione giornaliera e costante. Ma con Ranieri si va anche al di là di un semplice confrontarsi, è un rapporto decisamente stretto e vero quello che si è creato: il nostro è un Dna di romani e romanisti, un filo conduttore che lega chi parla la stessa lingua, si capisce al volo e non ha bisogno di troppi preamboli. Teniamo a questi colori, a questa maglia, ai nostri tifosi: siamo noi i primi sostenitori e come tali ci comportiamo”.

    Non rimane che vedere se le parole daranno o meno seguito ai fatti..

    [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=VvIntafLa9o[/youtube]

    Ricerca personalizzata