Toy Story 3 come non l’avete mai visto

    E’ stato sicuramente uno dei migliori film dell’ anno. Chi di voi non si è goduto quest’ estate la terza avventura dello sceriffo Woody, di Buzz Lightyear e di tutti gli altri simpatici giocattoli del piccolo Andy, oramai cresciuto e pronto per andare al college?

    E se vi dicessi che “Toy Story 3” sarebbe potuto essere un film totalmente diverso?

    Infatti nel 2005 quando la Disney e lo studio d’animazione digitale Pixar entrarono in conflitto fra loro, la casa di Topolino & Co. aprì una divisione di sviluppo denominata Circle 7 che si sarebbe dovuta interessare dei sequel di grandi classici, per la distribuzione Home Video e DVD. Questo studio si dedicò proprio allo sviluppo di un sequel di “Toy Story 2 – Woody e Buzz alla Riscossa“, che poi fu abbandonato in seguito alla chiusura precoce della Circle 7, dovuta all’ acquisizione della Pixar da parte della Disney.

    La storia di questo terzo capitolo mai realizzato era ambientata a Taiwan, con lo sceriffo intergalattico Buzz Lightyear richiamato in sede per dei difetti di fabbricazione, e la sgangherata gang di giocattoli pronto a inseguirlo dall’ altra parte del mondo per riportarlo a casa.

    Qui di seguito e nella galleria potete vedere alcuni artwork pubblicitari e non, realizzati per il film, tra cui alcuni giocattoli mai portati sul grande schermo in seguito alla decisione della Pixar di abbandonare questo script. La riscrittura del film da zero sembra essere stata una scelta più che saggia, visto che adesso “Toy Story 3 – La Grande Fuga” è uno dei candidati principali ai prossimi Academy Award.

    Ricerca personalizzata