Dramma a Trieste, una neonata è stata trovata in un giardino in condizioni davvero disperate. Al momento è indagata una ragazza di 16 anni, che si ipotizza fosse la madre della piccola.

La segnalazione del ritrovamento della piccola è giunta alle ore 13:30 di ieri, da una donna che si era recata nei pressi del giardino con i suoi cani. Sarebbero stati proprio gli animali a notare il corpo della creatura nascosto tra i cespugli in una borsa di plastica.

Sul posto sono intervenuti immediatamente gli operatori sanitari e in seguito gli agenti di polizia. La bambina è stata immediatamente trasportata in ospedale, ma subito le sue condizioni sono apparse disperate. Gli operatori hanno accertato che la bambina era nata da poche ore, poichè aveva ancora il cordone ombelicale. La creatura è stata ricoverata in terapia intensiva presso l’ospedale Burlo Garofalo, ma inutili le cure: il suo piccolo cuoricino ha smesso di battere alle ore 19:58.

Sul luogo del ritrovamento era stata lasciata nuda, al freddo, in mezzo alle erbacce.La piccola che aveva il capo insanguinato per una ferita alla cute è spirata all’ospedale di Burlo dopo qualche ora dal ritrovamento.

Ora la squadra mobile di Trieste vuole fare un po’ di chiarezza su questo dramma. Purtroppo la zona dove è stata trovata la piccola non è molto frequentata, viene maggiormente utilizzata dagli abitanti del condominio.

Sulla vicenda, da parte degli investigatori, c’è il più stretto riserbo, ma nonostante ciò si stanno percorrendo tutte le piste d’indagine per capire il motivo dell’abbandono da parte dei genitori. L’assessore della Salute del Friuli Venezia Giulia, Maria Sandra Telesca, ha dichiarato quanto segue: “il fatto è sconcertante, anche per alcune delle modalità con cui si è risaputo, e appare sintomo comunque di gravissimo disagio. Al di là di ogni analisi, che spetta agli inquirenti e all’autorità giudiziaria, provo una grande tristezza”.