Trionfo di Roman Polansky agli European Film Awards

    Roman Polanski con il suo “L’uomo nell’ombra- The Ghost Writer” è stato l’assoluto protagonista della 23/ma edizione degli Efa, gli Oscar europei assegnati a Tallin, in Estonia. Il regista polacco ha collezionato ben 6 statuette su 7, guadagnando non solo il titolo di miglior film europeo dell’anno, ma anche quello di miglior regista, di miglior attore(Ewan McGregor), miglior sceneggiatura, miglior production designer, miglior compositore (Alexandre Desplat). Il regista non ha presenziato alla cerimonia di premiazione, ed ha ringraziato e salutato la platea in collegamento via skype.

    La francese Silvie Testud ha vinto il premio miglior attrice come interprete del film “Lourdes” di Jessica Hausner. L’israeliano “Lebanon” di Samuel Maoz, già Leone d’oro a Venezia 2009, si è aggiudicato le categorie fotografia e rivelazione europea mentre al belga “Mr Nobody” è andato il premio del pubblico. Riconoscimento alla carriera, infine, per lo svizzero Bruno Ganz, attore in film memorabili quali “L’amico americano” (1977) di Wim Wenders, “Nosferatu, il principe della notte” (1979) di Werner Herzog, “The Reader” (2008) di Stephen Daldry.

    Resta a bocca asciutta il cinema italiano che ha partecipato con Elio Germano, interprete de “La nostra vita” di Daniele Luchetti, nella categoria miglior attore, Paolo Virzì, nella categoria miglior regista con “La prima cosa bella”, “Baarìa” di Giuseppe Tornatore e “Mine vaganti” di Ferzan Ozpetek nella categoria premio del pubblico.Durante la cerimonia è stato ricordato con un fragoroso applauso il regista recentemente scomparso Mario Monicelli. La prossima edizione degli EFA sarà a Berlino, mentre nel 2012, in occasione della 25° edizione, teatro dell’evento sarà La Valletta, capitale di Malta. Di seguito il trailer del film “l’uomo nell’ombra” vincitore agli EFA.

    Ricerca personalizzata