Tutto facile per la Roma, non c’è scampo per il Livorno: 3-0

Dopo la vittoria di domenica scorsa contro il Genoa, arriva un nuovo successo interno per la Roma che si sbarazza facilmente del Livorno, sceso i campo per la prima volta sotto gli ordini di Perotti. Nei capitolini non ci sono Totti, Florenzi e Maicon, tenuti a riposo in vista della sfida di Coppa Italia contro la Juventus e vengono schierati Ljajic, Destro e Torosidis. Il Livorno si schiera con con una difesa a tre (che spesso diventa a cinque) ed un centrocampo folto.

La squadra di Garcia impiega solo sei minuti per sbloccare il risultato: cross dalla destra di Ljajic, Gervinho (in posizione di fuorigioco) non riesce a deviare in porta ma Destro da pochi passi riesce a scaraventare il pallone in porta, 1-0. Dopo aver trovato il vantaggio, la Roma controlla e costruisce occasioni per raddoppiare mentre i labronici non riescono a rendersi minimamente pericolosi. La squadra giallorossa accelera e al 36′ trova il raddoppio: verticalizzazione di Strootman per Destro la cui conclusione supera Bardi ma è respinta sulla linea da Valentini ma il più lesto ad approfittarne è Strootman che deposita il pallone nella porta ormai sguarnita, 2-0. Per l’olandese è il quinto centro in campionato. Poco dopo, Gervinho potrebbe arrotondare il risultato ma si rivela sprecone sotto porta e così il risultato non cambia prima dell’intervallo.

Nella seconda frazione di gioco prosegue il monologo giallorosso che cerca di congelare la partita preservando forze preziose per la Coppa Italia. A metà ripresa Garcia fa rifiatare anche Gervinho e Pjanic (autore di una grande partita) inserendo Florenzi e Nainggolan ma la musica non cambia: Ljajic, dopo averlo sfiorato per due volte, realizza il tris con una rasoiata a fil di palo, 3-0. A dieci minuti dalla fine entra anche Totti che rileva un ottimo Destro, il capitano è subito pericoloso ma Bardi (il migliore dei suoi) gli nega la gioia del gol. La partita finisce con la Roma che riceve gli applausi del proprio pubblico mentre il Livorno esce a testa bassa dopo una brutta prestazione. Se i toscani giocheranno sempre così, ci saranno poche possibilità di salvarsi.

Ricerca personalizzata