Una notte al museo? Sì, con un sacco a pelo

Dagli Stati Uniti, soprattutto a partire da New York, dove il film comico “Una notte al museo” ha avuto un successo di incassi enormi, molte istituzioni culturali hanno iniziato a proporre “una notte al museo col sacco a pelo“, serate organizzate sia per i bambini, gruppi giovanili, scout e scuole, che per gli adulti.

Le avventure della stramba guardia, interpretata da Ben Stiller, inseguita da dinosauri ossuti o costretta a litigare con i più improbabili personaggi storici, hanno spinto un sacco di ragazzini a voler tornare nei musei. Non in quelli iper-tecnologici, anzi proprio in quelli con i classici fossili e le ricostruzioni di ambienti, mostrando dei segnali in controtendenza con l’idea che i musei siano delle istituzioni un pò vecchiotte, soprattutto quelli di scienze naturali, di raccolte archeologiche e i planetari.

In America sono otto gli incredibili musei che organizzano pernottamenti in sacco a pelo:

Il California Academy of Sciences, San Francisco, California.
Offre pernottamenti non solo ai giovani ma anche agli adulti, completi di dimostrazioni di animali vivi e concorsi di pigiama.

The National Archives, Washington D.C.
Il 25 gennaio, il National Archives ospiterà tra storia, eroi e tesori, il suo primo pigiama party. La serata, dal tema “decodifica i cifrari della guerra civile”, prevede la scrittura di una lettera al Presidente, vestirsi in abiti d’epoca, imparare a scrivere con una penna d’oca e giocare con giocattoli e giochi storici. Gli ospiti potranno stendere il sacco a pelo sotto la rotonda delle Carte della Libertà, accanto alla Dichiarazione di Indipendenza, Bill of Rights, e la Costituzione americana.

Natural History Museum and La Brea Tar Pits, Los Angeles County
Per gli aspiranti archeologi, il NHM offre a ragazzi e ragazze dei pernottamenti in sacco a pelo suddivisi in gruppi con nomi quali “Camp Dino” e “Camp farfalla”.

The Field Museum, Chicago
In questo museo, tra animali vari e resti di dinosauri, possono pernottare, muniti di sacco a pelo, sia bambini che famiglie.

The Tech Museum of Innovation, San Jose, California
Questo museo include nel prezzo del biglietto, oltre al pernottamento con sacco a pelo, una proiezione Hackworth IMAX Dome Theater!

San Diego Zoo Safari Park, Escondido, California
Quest’avventura notturna prevede, oltre al sacco a pelo, anche la sistemazione in tende, relativamente di lusso, e nel programma ci sono molte attività per famiglie.

Aquarium of the Bay, San Francisco, California
Il tuo gruppo dormirà nelle gallerie del nostro Under the Bay”, questo lo slogan del museo, che propone pigiama party indimenticabili circondati da migliaia di pesci, tra cui squali e razze pipistrello.

Chabot Space and Science Center, Oakland, California
Dal 17 gennaio questo museo include nel prezzo del biglietto, pernottamento corredato da un luce laser show impostato sui Beatles, telescopio privato con visualizzazione da parte di un astronomo e una piccola colazione la mattina seguente.

L’America non é stato l’unico paese in cui si é diffusa quest’iniziativa, anche l’Italia ha dimostrato di essere all’avanguardia. A partire dal 2001 diversi musei hanno accolto l’idea della notte al museo col sacco a pelo.

Il Museo dell’Olivo e dell’Olio di Torgiano, in Umbria, ha proposto “Sognando al Museo“, una notte in sacco a pelo tra ogni genere di strani personaggi del passato, organizzando attività di laboratorio.

Simpatica l’iniziativa “Notte al Museo” del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano che ha aperto le porte per qualcosa che somiglia a un mix tra “Una Notte al Museo” e i “Goonies”. Permette ai visitatori di dormire nel museo con il sacco a pelo insieme agli animatori e si rivolge ai ragazzi dai 6 a 12 anni accompagnati da un adulto. Il costo é di 40 Euro a persona e comprende l’entrata al museo, la partecipazione agli eventi, la colazione della domenica mattina e altri due biglietti d’ingresso per ogni bambino.

Nanna al Muse”, é l’iniziativa proposta dal Museo di Scienze Naturali di Trento, 200 persone prenotate (bambini e genitori) per compiere attività di laboratorio e trascorrere la notte nel museo col sacco a pelo. Alle 24 le luci si spengono, una voce comincia a narrare storie di dinosauri e, incredibile ma vero, in un museo pieno di bambini vivacissimi cala il silenzio fino all’alba.

Si chiama “Sleep over” ed é un’ iniziativa di Explora, il museo dei bambini di Roma. I piccoli visitatori dipingeranno con gli animatori un grande murales, per prepararsi ad un vero sonno a colori. Dopo una «fiaba in bianco e nero» e un gustoso spuntino, i piccoli ospiti passeranno la notte nei locali del museo tutti insieme, dormendo nel sacco a pelo. L’ avventura terminerà la mattina seguente, dopo la colazione, che sarà servita in tutte le sfumature del rosso, giallo e blu.

Ricerca personalizzata