Unicredit vara il nuovo piano tra nomine e sguardo ad est

    E’ di pochi giorni fà l’annuncio del neo ceo Federico Ghizzoni, secondo cui Unicredit aprirà, nei prossimi mesi, ben 900 sportelli nei Paesi dell’est Europa, con particolare penetrazione in Turchia, Romania, Polonia e Russia.

    Una strategia che punterebbe a far crescere il gruppo in realtà, in cui i tassi di crescita e gli investimenti rimangono allettanti.

    Ora, il piano attende di essere completato con nuove nomine. Pare che Ghizzoni abbia espresso l’intenzione di prendere ancora qualche settimana di tempo, per varare tutte le nomine necessarie.

    Al momento rimangono vuote le poltrone della divisione retail e per l’est europeo.

    Ghizzoni, invece, avrebbe proposto il nome di Paolo Cornetta a capo delle risorse umane. Cornetta è già manager del gruppo Unicredit, avendo ricoperto la guida della divisione italiana family e pmi.

    Si tratta anche il caso di Mediocredito, che dovrebbe essere ceduto a Poste Italiane, nell’ambito del piano di creazione della Banca del Sud, come già annunciato dallo stesso ministero dell’economia, nei giorni scorsi.

    Ricerca personalizzata