Valandro, Lega Nord: “Perchè mai nessuno che si stupra la Kyenge?” (la ministra di colore italiana)

“Ma mai nessuno che se la stupri, così tanto per capire cosa può provare la vittima di questo efferato reato? Vergogna”.

Con chiaro riferimento al ministro per l’Integrazione Cècile Kyenge, di origini congolesi, questa la frase apparsa (in collegamento ad un articolo che aveva come oggetto il racconto dei crimini commessi dagli immigrati sul territorio italiano) sulla bacheca Facebook dell’account di Dolores Valandro, consigliera di quartiere al Comune di Padova per la Lega Nord.

Inutile commentare una frase gravissima quanto idiota, tanto che già i stessi vertici del partito, sia a livello locale che nazionale, hanno annunciato provvedimenti seri nei confronti della Valandro, che già da stasera potrebbe essere sospesa o addirittura espulsa definitivamente (vista l’altra sospensione ricevuta nel recente passato) dalla Lega Nord.

Inutili quindi le scuse pronunciate dalla stessa parlamentare a Radio Capital: “La mia era solo una battuta. A volte sfogo la rabbia così, le chiedo scusa, ma io non sono un tipo violento”, e la cancellazione della frase su Facebook.

 

Le Istituzioni principali di questo Paese avevano tutte a stretto giro di posta già condannato, e con grande fermezza, il contenuto della frase incriminata.
Ricerca personalizzata