Valerio Massimo Manfredi: ‘Lo scudo di Talos’ diventerà un film

Un altro film basato su un romanzo di Valerio Massimo Manfredi: ecco l’indiscrezione emersa dalla conferenza stampa tenuta alla Casa del Cinema di Roma, a sua volta incentrata sulla presentazione del film Il mistero di Dante, diretto da Louis Nero, con F. Murray Abraham, che uscirà il 14 febbraio.

Manfredi, la cui ultima opera, Il mio nome è Nessuno – Il ritorno, è datata 2013, ha annunciato che le riprese per l’adattamento cinematografico del suo Lo scudo di Talos avranno il via entro un paio di mesi. Al momento il film sarebbe in fase di pre-produzione, con cast e regista ancora ignoti. “Speriamo venga fuori un bel lavoro” commenta l’autore emiliano, cui appartiene la paternità di altre due opere trasposte: I guardiani del cielo, per la tv (1998) e L’ultima legione sul grande schermo (2007)

Lo scudo di Talos, edito prima nel 1988 da Omnibus e poi nel 1990 da Mondadori, è il secondo romanzo scritto da Manfredi, dopo l’esordio con Palladion (1980). E’ incentrato sul giovane Talos, originario di una delle più importanti famiglie spartane, quella dei Kleominidi, abbandonato dal padre su monte Taigeto a causa di una malformazione al piede. Salvato e allevato dall’anziano Kristolaos, Talos diventa un guerriero e prenderà anche parte alla guerre persiane (e alla Battaglia delle Termopili).

Lo scudo di Talos, come altre opere di Manfredi, viene considerato un ottimo esempio di romanzo storico, in cui la fiction si sposa alla storia: alcuni personaggi, come Aghias, Brithos e Laghal, sembrerebbero basati su alcune figure storiche dell’epoca realmente esistite, gli spartani disonorati Pantite e Aristodemo.

Vedremo dunque se la pellicola si rivelerà all’altezza del romanzo: entro un paio di mesi, forse prima, conosceremo i primi dettagli.

Ricerca personalizzata