Valerio Spada presenta Gomorrah Girl

    Valerio Spada tocca un argomento forte e toccante. Morire a 14 anni perché si è nati e vissuti in un quartiere di degrado e criminalità, è un tome che tocca la sensibilità delle famiglie e i cuori di tutto il mondo. Valerio Spada ha voluto raccontare tramite la fotografia, la storia di Annalisa Durante, che è stata uccisa in età adolescenziale nella Napoli, in una zona criminale sotto il controllo del clan Giuliano. E’ proprio da qui che parte il fotografo e la sua sequenza d’immagini. Si trascina per quelle vie, raccontando quale possano essere le innumerevoli difficoltà che s’incontrano quando cresci in un quartiere così, e soprattutto quando a peggiorare il tutto, sei anche di sesso femminile. Non vuole essere un viaggio intollerante verso certe zone e ambienti sociali, ma solo raccontare con le sue immagini catturare e impresse nella memoria fotografica, i luoghi in cui è nata e vissuta questa giovane piccola donna.

    Valerio Spada nel suo Gomorrah Girl, racconta dei sogni di queste ragazze. Quando sono solo delle bambine, sognano il mondo dello spettacolo e di lasciare la loro città, nella speranza di trovare la fortuna fuori da quel cerchio virtuoso. Invece, purtroppo come spesso accade questi sogni sono destinati a rimanere tali, e le quattordicenni si trovano incinte e già madri con altre vite da crescere. Un modo per dimostrare che la fotografia è un’arte che può dare molto, e rappresenta la vita vissuta ed essere testimoni dell’esistenza che scorre. Questo libro di Valerio Spada è in uscita con 500 copie in Cross Edition. La particolarità del libro, è quella di riportare le fotografie all’interno situate di traverso. Inoltre si è avvalso della collaborazione per il design dell’olandese Sybren  Kuiper. Il 25 febbraio 2011 alle ore 19 al MiCamera di Milano, è stato fissato l’incontro, da non perdere per gli appassionati, ma anche per i curiosi. 

    Ricerca personalizzata