Verso Inter-Milan: domani la decisione sulla curva Nord

Icardi sogna il gol decisivo, Kakà va alla ricerca del centesimo proprio contro i “cugini”, Thohir vuole assolutamente i tre punti per riacciuffare il treno delle prime della classe, ma anche il Milan, reduce da un buon pari con la Roma, ha bisogno di lasciarsi finalmente alle spalle la parte destra della classifica per cominciare una nuova rimonta. Insomma, mancano solamente tre giorni ad un “Derby della Madonnina” come sempre attesissimo, ma più che mai discusso fuori dal campo. Può esistere una sfida del genere senza la presenza di entrambe le curve al Meazza di San Siro? A breve le decisioni sulla curva Nord dei tifosi nerazzurri, chiusa dal Giudice Sportivo per il “comportamento discriminatorio per origine territoriale” da parte degli ultrà interisti durante la gara di domenica in quel di Napoli.

Nei giorni scorsi abbiamo sentito le parole di capitan Zanetti, convinto che il derby senza curve non sia affascinante, ma anche dell’a.d. del Milan Adriano Galliani: “La discriminazione territoriale l’abbiamo creata in Italia e non ha nulla a che fare con il razzismo. Proveremo a contribuire affinché la sanzione venga spostata, poiché ci auguriamo che tutte e due le curve siano presenti”. Dello stesso parere anche la curva Sud, “fossa dei leoni” rossonera, che, tramite il suo esponente principale, ha definito “vergognosa” la sanzione da parte del Giudice Sportivo. Nella giornata di oggi le due curve meneghine si incontreranno per decidere il tipo di protesta da mettere in atto in vista della partita di domenica, che, per il momento, non vedrà occupato il secondo anello verde dai tifosi dell’Inter.

Non tutto però è perduto. L’Inter ha presentato il ricorso basandosi principalmente sull’esiguità del numero di tifosi nerazzurri presenti al San Paolo domenica scorsa, affermando così l’improbabilità che quei cori si siano sentiti in uno stadio stracolmo di spettatori. Non è corretto poi, secondo i vertici nerazzurri, che a pagare questa situazione siano oltre 7000 abbonati invece dei soli 320 presenti nel capoluogo campano.

Domani è atteso il responso della Corte di Giustizia. L’Inter punta alla revoca della sanzione, ma la Corte potrebbe chiedere un supplemento delle indagini facendo così slittare a dopo il derby la risposta definitiva.

Ricerca personalizzata