Vignetta antisemita contro Zuckerberg

Che la Germania mal sopporti i colossi del web americani non è una novità. La proposta della Merkel di creare una rete di dati europea per tagliare fuori Google è infatti notizia di pochi giorni fa. Da qui alla vignetta antisemita contro Zuckerberg però, la questione assume connotati diversi. E in effetti non ci ha messo molto il disegno pubblicato dalla Sueddeutsche Zeitung a fare il giro del mondo e attirarsi critiche da ogni dove.

L’amministratore delegato di Facebook viene ritratto come un polpo gigante i cui tentacoli divorano la tecnologia mondialeWhatsApp bene in evidenza – proprio secondo la più tipica iconografia antisemita delle caricature naziste.
La vignetta, apparsa venerdì scorso su uno dei più importanti quotidiani di Germania, ricorda precisamente «una vignetta nazista del 1938 che raffigurava Winston Churchill come una piovra ebrea che metteva i suoi tentacoli sul mondo», ha commentato a Fox News Efraim Zuroff, membro del Simon Wiesenthal Center, organizzazione ebraica internazionale per i diritti umani con sede a Los Angeles.

Naturalmente dopo le critiche attirate sia Burkhard Mohr, autore della vignetta, che il quotidiano si sono scusati, mentre il portavoce di Facebook ha affermato di essere al corrente delle scuse e di non aver altro da aggiungere.
Sueddeutsche Zeitung non è certo un giornale estremista o nazionalista, anzi è piuttosto liberal e democratico. Eppure il disegno comunica inequivocabilmente un tipico messaggio nazista e antisemita, alludendo al fatto che gli ebrei si arricchiscano senza scrupoli ai danni del resto del mondo.

Già in passato il quotidiano aveva attirato critiche per aver pubblicato un disegno in cui lo Stato d’Israele era raffigurato come un mostro con le corna.
In questo caso però bisogna ricordare che l’uso di immagini o messaggi antisemiti o evocanti l’ideologia nazista e la propaganda razzista del Terzo Reich è duramente perseguita dal codice penale della Repubblica federale tedesca.

Ricerca personalizzata