Vittorio Sgarbi contro Celentano: “Vecchio e povero ignorante”

vittorio sgarbi

Tra Vittorio Sgarbi e Adriano Celentano si respira tensione. E la colpa, guarda caso, è della politica. I due hanno infatti posizioni politiche a dir poco contrapposte, con Sgarbi che è candidato alle elezioni politiche 2018 tra le fila del centrodestra, e con Celentano che in più di una occasione ha mostrato la sua intenzione di voto a favore dei 5 Stelle.

Ebbene, nelle ultime ore il critico d’arte ha risposto al Molleggiato che lo aveva attaccato. “Poverino, anziano e ignorante. Celentano è contento di essere ignorante, esalta il suo nipotino Di Maio che sbaglia i congiuntivi ed è convinto che Ravenna sia in Emilia dove, a insaputa di entrambi, è sepolto Dante”. “Non gli darò della capra – ha aggiunto Sgarbi – perché Adriano mi fa compassione: non ce la fa proprio”.

Il cantante aveva detto a Sgarbi che nessuno lo avrebbe mai più invitato in televisione e che del suo mito ne sarebbe rimasto soltanto un lontano ricordo. A questo proposito Vittorio ha risposto: “Io non tramonto affatto. Tu, pieno di soldi, vivi solo di retorica. Non hai più un’anima né autonomia di giudizio. Ti confesso che ammiro di più Ornella Vanoni rispetto a te. Ornella mi ha chiamato e mi ha dato ragione su tutta la linea. Tu invece non vuoi proprio capirlo”.

Sgarbi è poi tornato sul caso Formigli. “Lui (Formigli, ndr) è un conformista come te, Adriano, e come tanti altri. Tu non ricordi che io ho violato due embarghi nel ’98 e nel 2000. Io ho messo a rischio la mia vita per rispondere alla violenza degli americani, mentre né tu né Formigli avete mai osato tanto”.

Ricerca personalizzata