L’attività fisica è sempre più di tendenza ed ogni anno, specie con l’arrivo della bella stagione, nuove o vecchie discipline sono destinate a far parlare di se. È il caso della walk zone che, seppur praticata ormai da alcuni anni, negli ultimi giorni sembra aver suscitato un improvviso interesse. Sarà per il mix tra l’aria aperta e lo spirito di aggregazione? Di sicuro è uno sport adatto a tutti, praticabile anche da chi lo sport lo ha visto sempre e solo in tv.

Ma di cosa si tratta, esattamente? La Walk zone è un tipo di allenamento che alterna corsa e camminata. Eseguita a suon di musica e con un allenatore motivatore che spiega di volta in volta i movimenti da eseguire, è un modo di allenarsi che seppur faticoso risulta rinvigorente grazie all’effetto che il coach, la musica giusta e la compagnia hanno sul sistema nervoso. Una disciplina che ormai da alcuni anni viene praticata con successo sia nelle palestre (dove si svolge sul tapis roulant) che per strada o, ancora meglio, in mezzo alla natura. Sessioni che in 45 minuti o in un’ora promettono di allenare tutto il corpo, portando a consumare tra le 400 e le 600 calorie alla volta.E tutto, imparando a sentire il proprio corpo, fino a diventare trainer di se stessi.

Per effettuarla, basta vestirsi comodi e portare con se un asciugamano e qualcosa da bere per reintegrare i liquidi persi. Una volta in gruppo, verranno fornite delle cuffie attraverso le quali sentire non solo la musica, indispensabile per allenarsi al meglio, ma anche la voce del coach.

Un modo di allenarsi efficace e divertente, in grado di avvicinare allo sport anche i più restii, spesso spaventati dalle competizioni o dalle brutte figure che potrebbero fare in palestra. Problemi che con la walk zone spariscono del tutto, perché ciò che conta, in questo caso, è muoversi.

Fonte: Immagine presa da ansa.it