WhatsApp, l’annuncio bomba: tra qualche mese si potrà anche telefonare

WhatsApp colpisce ancora. Dopo esser stato acquistato da Facebook per l’ambiziosa cifra che ammonta a 19 miliardi di dollari, il servizio di messaggistica telefonica amplierà il suo pacchetto con il prezioso inserimento di un servizio di chiamate vocali.

Parte dunque la sfida a Viber (acquistato per 900 milioni di dollari dal giapponese Rakuten), che già garantisce messaggi e chiamate gratis seppur riscontrando meno successo rispetto al colosso WhatsApp. E Jan Koum, fondatore dell’applicazione, ha svelato tutte le novità del progetto al Mobile World Congress in Spagna, dove Barcellona è stato il teatro del grande annuncio sul futuro del prodotto, aggiungendo che

“cinque anni fa non c’era nessun cliente, non c’era nessun prodotto. Oggi le cose sono cambiate e contiamo ben 465 milioni di utenti attivi”

E riferendosi alla recente acquisizione da parte di Facebook continua:

“Mark sa bene che affinché WhatsApp continui ad avere un successo così deve restare indipendente”

Lo testimonia il segreto di un’applicazione che non ha condotto particolari strategie di marketing, fidandosi esclusivamente del “passaparola” degli utenti che ha diffuso a macchia d’olio i possessori di uno dei servizi più utilizzati al mondo.

WhatsApp non cambia, anzi, migliora. E dal secondo trimestre dell’anno, non saranno solo i messaggi il cavallo di battaglia di un servizio pronto ad esplodere grazie all’inserimento di chiamate gratuite con l’unico ausilio di una connessione internet.

Il salto di qualità è davvero ad un passo.

Ricerca personalizzata