WhatsApp torna a funzionare

Dopo un crollo di 210 minuti l’app di instant messaging torna a funzionare. Inutile allarmismo quello diffusosi in rete e sui social e probabilmente nessuna colpa imputabile a Mark Zuckerberg. Ufficialmente pare siano stati riscontrati dei problemi al server.

Tra chi ha parlato di un attacco hacker per il neo-acquisto da parte di Facebook e chi di una mossa strategica di Zuckerberg per far utilizzare la chat del social network, una volta “annientato” il competitor, le supposizioni rimangono disattese e gli utenti possono tornare allo scambio frenetico di messaggini, foto, messaggi vocali e video su WhatsApp.

Su twitter c’è chi ha sperato in un down prolungato per ritrovare le buone abitudini in una sana comunicazione verbale, ma le speranze sono ormai vane. Si è letto di tutto, tra chi accusava Facebook, chi pensava ai vantaggi per la concorrenza, chi si chiedeva come tornare a utilizzare il T9 per l’invio di sms e chi voleva cogliere l’opportunità per dedicarsi ad attività più stimolanti. Si torna alla routine e alle notifiche.

Nonostante il rientrato allarme, ultimamente i down di WhatsApp sono frequenti. Valutare le alternative per non trovarsi scoperti al prossimo crash può essere un’utile mossa per evitare sorprese in futuro.

Ricerca personalizzata