Categorie: News

Ha 220 mln di dollari in Bitcoin ma rischia di perderli: il motivo è assurdo

Una cifra enorme in bitcoin, adesso il rischio concreto di perdere tutto. Ben 220 milioni di dollari a rischio per un programmatore: le motivazioni

Bitcoin (GettyImages)

Chi di noi non ha mai dimenticato una password? C’è chi le tiene conservate tra le note del cellulare, chi le scrive in un documento sul pc, chi su un quaderno e chi ancora nei bigliettini. Uno sventurato programmatore tedesco, di nome Stefan Thomas residente a San Francisco, aveva optato per quest’ultima scelta scrivendo la password di accesso del suo conto bitcoin su un comune bigliettino, un foglio. Adesso il fantomatico pezzo di carta è però svanito, e lui rischia di perdere ben 220milioni di dollari.

Secondo quanto riportato dal New York Times, l’uomo dopo aver smarrito la password sarebbe già arrivato al 7mo tentativo fallito su 10, gli rimangono quindi solo altri due chance prima del disastro. La moneta virtuale ha raggiunto in questi mesi un valore di 34mila dollari, con un incremento del 50% rispetto a un mese fa.

Dimentica la password, 220milioni di dollari in bitcoin a rischio

Bitcoin (Gettyimages)

E’ disperato il povero Stefan Thomas, che rischia di dire addio a 220milioni di dollari. L’uomo, residente in California, sta tentando in questi giorni di riuscire a ricordare la password di accesso che gli permetterà di convertire le monete virtuali. In ballo milioni di dollari per il programmatore, che però potrà fare affidamento solo sulla sua memoria, visto che la chiave di accesso è andata perduta.

La sua tragicomica storia è stata riportata dal New York Times: “Mi metterò sul letto e proverò a pensarci – ha dichiarato l’uomo – poi tornerò al pc e farò un altro tentativo”. Intanto, secondo la Wallet Recovery Services, nel mondo più di 19 milioni di bitcoin (per un valore di 140milioni di dollari) sono andati perduti a causa delle dimenticanze degli utenti. Rimangono quindi soltanto altri due tentativi al povero programmatore, che tenterà nei prossimi giorni il tutto per tutto.

Share
Published by
Antonio Meli